rotate-mobile
Cronaca

A Vicenza la base per il gasolio di contrabbando

Oltre 260mila litri di gasolio di contrabbando sono stati complessivamente scoperti dalla guardia di finanza di Caserta nell'ambito di alcuni controlli. A Vicenza sequestrato un deposito

Ottantaquattromila litri di gasolio di provenienza illecita sono stati sequestrati, insieme a un intero deposito in provincia di Vicenza: tutto è partito da un controllo di un autoarticolato sospetto, intercettato all’uscita della barriera autostradale di Napoli Nord.

Durante un accertamento sul mezzo, sono stati individuati 26mila litri di gasolio per autotrazione, racchiusi in 26 contenitori di polietilene da mille litri ciascuno, trasportati senza alcun documento di accompagnamento che consentisse di risalire all’origine e al destinatario del prodotto. L’autoarticolato e l’intero carico sono stati sottoposti a sequestro ed il responsabile è stato denunciato. Nel corso delle ispezioni, i militari hanno trovato appunti e post it, sui quali il conducente aveva annotato varie località.

I successivi riscontri effettuati, hanno consentito di risalire, in provincia di Vicenza, a un probabile deposito dove veniva stoccato il gasolio di contrabbando, probabilmente di provenienza dai Paesi dell’Est Europa.I locali sono stati perquisiti, con la collaborazione delle fiamme gialle vicentine, e sono stati trovati altri 58 contenitori di polietilene da mille litri ciascuno con gasolio illegale.

I finanzieri della tenenza di Arzignano hanno provveduto, quindi, al sequestro dei 58mila litri di gasolio di contrabbando e alla denuncia del proprietario del magazzino alla competente autorità giudiziaria di Vicenza. Alcuni giorni prima, sempre i militari della Compagnia di Caserta avevano sequestrato un distributore, nel casertano, per un esubero di oltre 20mila litri di gasolio di contrabbando.


Dai controlli, fanno sapere le fiamme gialle, è emerso che il responsabile aveva commercializzato, nel 2015, altri 160mila litri di gasolio di illecita provenienza, in quanto senza i documenti fiscali che ne attestavano il pagamento delle imposte sulle accise, quantificate in oltre 97mila euro. L'uomo è stato arrestato.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Vicenza la base per il gasolio di contrabbando

VicenzaToday è in caricamento