menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Campiello, quasi un appartamento su 10 è irregolare: le contromisure

Nel edificio si registrano attività illecite e frequentazioni che interessano alcuni appartamenti, ufficialmente vuoti, ma in realtà occupati o frequentati abusivamente. Incontro tra l'assessore alla Sicurezza di Vicenza, Rotondi, e l'amministrazione del condominio

Sono attualmente circa una decina su 128 le unità abitative del Residence Campiello, a Vicenza, che dovranno essere controllate dall'amministratore condominiale assieme ai rispettivi proprietari per la non corrispondenza tra le residenze ufficiali e quelle effettive.

Leggi le NOTTI MOVIMENTATE AL CAMPIELLO

È il dato – comunque in continuo aggiornamento - emerso  durante l'incontro che si è tenuto a Palazzo degli Uffici tra l'assessore alla sicurezza urbana Dario Rotondi e l'amministratore condominiale del civico 108 di viale S. Lazzaro, Gaetano De Santi, accompagnato da alcuni componenti del comitato di gestione del condominio. Al centro dell'incontro infatti la situazione in cui versa il Campiello, dove si registrano attività illecite e frequentazioni che interessano alcuni appartamenti, ufficialmente vuoti, ma in realtà occupati o frequentati abusivamente, con evidente preoccupazione e disagio per le altre famiglie che dimorano nel condominio.

Inoltre, a sostegno dell'attività dell'amministratore condominiale, è stata depositata in Comune una petizione sottoscritta da inquilini, proprietari e vicini del Campiello, indirizzata anche a prefettura, questura e carabinieri, per chiedere alle autorità attenzione per i problemi del condominio. Durante l'incontro di ieri, i rappresentanti del condominio hanno comunque riconosciuto l'attenzione e lo sforzo da parte della polizia locale, così come delle altre forze dell'ordine, nel contrastare, con ripetuti blitz, le occupazioni abusive, i veicoli parcheggiati senza targa, usati anche per dormire, e le attività di controllo del mercato della prostituzione.


“Abbiamo ribadito la nostra piena disponibilità a collaborare – dichiara l'assessore Rotondi -, ma per riportare il Campiello ad una dimensione vivibile serve anche un forte impegno da parte dei proprietari, specie nel controllo dei locali che ufficialmente risultano non occupati, al fine di informare subito l'amministratore e le forze dell'ordine in caso di situazioni irregolari o di insicurezza, in modo da evitare che diventino croniche”. L'assessore ha inoltre raccomandato ai convenuti di adottare alcune misure di sicurezza in funzione deterrente, come l'adozione di sistemi per impedire allacci abusivi alle utenze domestiche, la sistemazione e il rinforzo del cancello di ingresso che dà direttamente in strada, il potenziamento dell'illuminazione e l'installazione di telecamere, che, in caso di illeciti, aiuterebbero ad individuare i responsabili.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La montagna frana: addio alla guglia Corno

social

La Barricata sul Costo è in vendita

Attualità

Covid-19, contagiata una operatrice sanitaria già vaccinata

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VicenzaToday è in caricamento