Mercoledì, 22 Settembre 2021
Cronaca

Ferragosto "bollente", 16 le multe anti-prostituzione in un giorno

Week-end di mezza estate all'insegna delle multe "a luci rosse": la polizia locale, infatti, è stata impegnata in un super lavoro di contrasto alla prostituzione che ha prodotto in un solo giorno 16 verbali sui 24 totali

Controlli anti-prostituzione

Week-end di mezza estate piuttosto "bollente". Il caldo questa volta però non c'entra: al centro della vicenda ci sono i controlli anti-prostituzione effettuati dalla polizia locale lungo l'asse stradale viale S. Lazzaro-viale Verona-Ponte Alto che hanno prodotto 24 sanzioni da 500 euro ciascuna in tre serate.

CONTROLLI. Il 15, il 16 e il 18 agosto infatti due autopattuglie, di cui una “civetta”, in servizio tra le 21 e l'una di notte circa, hanno multato 16 prostitute (di cui quattro sanzionate due volte in due sere diverse) e quattro clienti per la violazione dell'ordinanza in vigore fino al prossimo 31 ottobre che vieta espressamente la prostituzione su strada in determinate zone di Vicenza e, più in generale, vieta agli automobilisti di fermarsi per contrattare prestazioni sessuali a pagamento per strada e alle prostitute di vestirsi in modo che offende il comune senso del pudore.

FERRAGOSTO "BOLLENTE". Tutte rumene le prostitute sanzionate, di età compresa tra i 18 e i 35 anni. Tutti della provincia di Vicenza e di età compresa fra i 39 e i 65 anni invece i clienti multati. Il record la sera di Ferragosto con 16 verbali, di cui 14 a carico di prostitute e 2 di clienti.  

RIAPRIRE LE CASE CHIUSE? LA PROPOSTA A MONTECCHIO

CONTROLLO SUI CLIENTI. “Stiamo cercando di orientare i controlli prevalentemente sui clienti più che sulle prostitute – spiega l'assessore alla sicurezza urbana Dario Rotondi -, perché mentre le prostitute si dimostrano 'sorde' al provvedimento e di fatto è difficile obbligarle al pagamento, i clienti sono invece molto più sensibili alla sanzione. Colpendo i clienti, quindi, vogliamo infine colpire anche l'offerta. Certo – osserva infine l'assessore – sanzionare il cliente è molto più difficile, perchè mentre la prostituta sta sulla strada, a piedi, il cliente è in auto, si sposta, va individuato e fermato. Questo spiega anche la grande differenza tra il numero dei verbali staccati a carico delle prostitute rispetto a quelli staccati a carico dei clienti”. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ferragosto "bollente", 16 le multe anti-prostituzione in un giorno

VicenzaToday è in caricamento