rotate-mobile
Venerdì, 30 Settembre 2022
Ristrutturare

Basta rumore! Cosa sono i Pannelli Fonoassorbenti decorativi

Isolano, ma come si scelgono? Ecco una guida chiara per orientarsi

I rumori dei vicini molesti e la confusione in casa possono costare la salute.Come fare per evitare di sentire, il chiasso? I tappi per le orecchie non rappresentano una buona soluzione, ecco perché dovreste capire come insonorizzare casa. Se abitate lungo una strada, vicino a locali o, ancor peggio, avete vicini poco civili, questa è la miglior soluzione. La scorsa estate, a Vicenza, un uomo di 51 anni, esasperato dai suoni provenienti da un bar vicino, ha imbracciato un fucile da caccia, è sceso in strada, ha sparato prima alcuni colpi in aria, poi ha sfondato il locale con l’auto. L’uomo è stato ricoverato nel reparto psichiatrico dell’ospedale di Thiene.

Nel rapporto  dell'Agenzia europea per l'ambiente sul rumore spiega che l'esposizione a lungo termine ha effetti sulla salute. Basandosi su dati Oms, l'agenzia stima che tale esposizione provochi 12.000 morti premature e contribuisca a 48.000 nuovi casi di cardiopatia all'anno in Europa. Si stima inoltre che 22 milioni di persone soffrano di fastidio cronico e che 6,5 milioni di persone soffrano di disturbi cronici del sonno.

pannelli fonoassorbenti permettono di isolare l’ambiente acusticamente, a differenza di quelli fonoisolanti che eliminano il rumore, questi ne assorbono e attutiscono l’intensità.

Negli ultimi anni sono sempre più utilizzati, tanto che oltre alla funzione pratica hanno anche una valenza estetica tanto da diventare dei veri e propri elementi d’arredo.

Scopriamo tutto sui pannelli fonoassorbenti per scegliere i migliori da utilizzare in casa.

Le tipologie dei pannelli fonoassorbenti

Pensati per ogni necessità, il mercato mette a disposizione una serie di pannelli anti-umore adatti a tutte le esigenze, come ad esempio:

  • Pannelli fonoassorbenti resistivi: realizzati con materiali porosi
  • Pannelli fonoassorbenti per risonanza: limitano la diffusone del rumore perché hanno una struttura vibrante
  • Pannelli fonoassorbenti per risonanza a cavità: sono dotati di fori che intrappolano le basse frequenze;
  • Pannelli fono-diffondenti: assorbono le frequenze sonore medie e alte
  • Pannelli fonoassorbenti in isolmix: realizzati in materiale riciclato sono composti da fibra tessile mista e da fiocchi di poliestere senza additivi chimici
  • Pannelli fonoassorbente a specchio: realizzati in vetro, hanno una pellicola riflettente alla luce che diventa trasparente per le onde sonore che li attraversano

I materiali dei pannelli fonoassorbenti

I pannelli decorativi sono realizzati in forme e colori differenti, ma anche in materiali diversi tra loro. Se abbiamo uno stile contemporaneo possiamo scegliere quelli in metallo e solitamente sono quelli con risonanza a cavità. I pannelli in legno invece sono perfetti per un ambiente classico o rustico, lo stesso vale per quelli in sughero.

Infine, se vi piace cambiare spesso arredamento potete scegliere quelli in tessuto perché sono sfoderatili e consente di avere pannelli sempre differenti.

Dove applicare i pannelli

I pannelli acustici possono essere installati in modalità differenti, per questo ci sono tipologie differenti:

  • Pannelli a soffitto: servono a isolare dai rumori che provengono dai piani superiori
  • Pannelli per pareti: eliminano i rumori che provengono dall’esterno o dalle stanze adiacenti
  • Pannelli per pavimenti: sono pensati per isolare i pavimenti e limitare il rumore die passi

Montaggio dei pannelli fonoassorbenti

I pannelli fonoassorbenti solitamente vengono installati al momento della costruzione dell’edificio, ma nel caso in cui il nostro appartamento ne sia sprovvisto, è meglio rivolgersi ad un esperto.

Inoltre, se non vogliamo intraprendere costosi lavori di ristrutturazione, possiamo optare per i pannelli adesivi facili da applicare, per quelli in velcro o velluto che possono essere applicati con collanti speciali oppure con pannelli modulari che possono essere posizionati a incastro.

Prodotti online

Pannelli fonoassorbenti design classico

Pannello fonoassorbente esagonale

Pannello fonoassorbente in tessuto

Pannello fonoassorbente circolare

Le tecniche di insonorizzazione 

Le tecniche per isolare una stanza sono diverse, e devono essere usate in base alle necessità.

Doppio tramezzo

Il metodo più efficace per insonorizzare una camera da letto o la camera dei piccoli è quello di costruire una doppia parete. In questo caso dovete realizzate una parete con il materiale insonorizzante. Anche se è efficace bisogna essere esperti di muratura e i costi per la realizzazione sono alti.

Pannelli isolanti

Se volete una soluzione pratica e poco costosa, potete optare per i pannelli fonoassorbenti a vista. Questi devono essere applicati sulle pareti con una colla speciale o con adesivi adatti e in un attimo avrete la camera isolata.

Pannelli isolanti di design 

Per chi è alla ricerca di una soluzione rapida, ma anche bella esteticamente, a differenza della precedente, potete ricorrere a pannelli di design. Realizzati in legno, sughero o in tessuto, sono in grado di rendere la stanza silenziosa senza rinunciare allo stile.

Isolare porte e finestre

Se non amate il fai da te e non avete un budget alto potete ricorrere a paraspifferi o guaine adesive da applicare su porte e finestre.

Per chi invece vuole un risultato completo, che ripari la casa dal freddo, allora è possibile sostituire i vecchi serramenti con quelli nuovi in pvc o alluminio.

Insonorizzare con l'arredamento

Chi non ha un budget a disposizione, ma vuole in qualche modo rendere la stanza isolata, può ricorrere ai mobili. Sistemati nei punti strategici le librerie e i divani posizionati sulle pareti possono fare da spessore per diminuire i rumori. 

I materiali per insonorizzare le pareti

Il materiale per eccellenza per isolare le pareti non esiste. Dipende molto dalle esigenze, quelli più usati sono la fibra di legno, pannelli in cartongesso, pannelli o schiuma di poliuretano, lana di roccia o sughero. Questi sono indicati soprattutto per chi decide di applicarli su una parete già esistente. Se invece ricorrete ad un tramezzo, meglio la schiuma e i materiali fonoassorbenti. 

Le pareti su cui applicare l'insonorizzazione
Non tutte le parti della stanza sono adatte per accogliere l'insonorizza. Solitamente oltre ai muri, potete agire sul pavimento, sul soffitto o sugli infissi. Per avere un lavoro fatto alla perfezione meglio applicare l'insonorizzazione su tutti questi elementi. 

A questo si può aggiungere la coibentazione dei muri esterni che oltre a mantenere la casa isolata acusticamente, la isolano anche termicamente.

Come insonorizzare una parete 

Se siete esperti del fai da te, potete insonorizzare la parete o il soffitto da soli. La prima cosa da fare è scegliere il muro. Successivamente costruite un'intelaiatura in legno. Una volta fatta, dovete ancorarla al muro. 

A questo punto dovete rendere la parete insonorizzata riempiendo gli spazi con il materiale scelto, dalla schiuma ai pannelli. Per coprire la struttura dovete applicare dei pannelli in cartongesso e riempire le fessure con mastice fonoassorbente. Ora potete rasare il muro e dipingerlo.

Se non volete impegnarvi in lavori strutturali, potete ricorrere a pannelli fonoassorbenti autoadesivi. Sistemateli su tutta la superficie facendo attenzione a non lasciare alcuno spazio tra un pannello e l'altro. 

Costi dell'isolamento acustico

I costi per l'insonorizzazione della parete non sono tutti uguali, dipende dai lavori e dal materiale usato, in generale la cifra si aggira tra i 5 e i 50 euro al metro quadro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Basta rumore! Cosa sono i Pannelli Fonoassorbenti decorativi

VicenzaToday è in caricamento