Giovedì, 16 Settembre 2021
Giardino

Aloe vera, come coltivarla e come usarla

E' una pianta conosciuta fin dall'antichità per le numerose proprietà, cresce bene anche da noi, ecco i benefici e come fare il gel

L'aloe vera oltre ad essere una pianta da giardino o da tenere in terrazzo risulta una buonissima alleata per la nostra salute. E' molto utilizzata in medicina per le sue proprietà antinfiammatorie, lenitive e depuratici oltre che nel campo della cosmesi naturale. Come se non bastasse il succo di aloe ha grandi benefici e può essere usato per l’alimentazione. Le industrie cosmetiche, farmaceutiche e alimentari utilizzano ampiamente l'aloe vera, le sue foglie verdi spesse, appuntite e carnose.

Conosciuta già dagli Egizi, nel 4000 a.C., l'aloe vera era solita essere chiamata "pianta dell'immortalità", era considerata anche in Cina, India e Giappone una pianta sacra; perfino dagli Indios americani veniva elogiata, definendola "bacchetta magica del cielo".

Aloe Vera è una pianta dalle numerose proprietà la cui coltivazione si è diffusa sempre di più negli ultimi anni. Le foglie grandi e carnose, non solo sono ornamentali ma producono un gel. Il gel contiene la maggior parte dei composti bioattivi benefici come vitamine, minerali, amminoacidi e antiossidanti.

Come coltivare la pianta di Aloe Vera

Avere una pianta bella e rigogliosa sul nostro balcone non è difficile, è sufficiente prestare attenzione ad alcuni aspetti come:

  • Esposizione: di origine africana, ha bisogno della luce diretta e di un clima caldo e secco. La temperatura ideale oscilla tra i 18 e i 30 gradi. In inverno, poi, deve essere posizionata in un luogo riparato perché soffre gli sbalzi termici e il freddo eccessivo! L’acqua contenuta nelle foglie dell’aloe con temperature rigide congelerebbe causando la morte della pianta per shock termico;
  • Terreno: la pianta per svilupparsi al meglio deve essere piantata direttamente nel terreno, ma visto che in inverno non può essere esposta al freddo diretto, meglio coltivarla in un grande vaso. Il terreno ideale è quello leggermente acido e drenante, per questo è bene mettere sul fondo del vaso uno strato di ghiaia di almeno 2 o 3 centimetri per permettere all’acqua in eccesso di essere assorbita e non correre il rischio di far marcire le radici;
  • Innaffiatura: l’Aloe è una pianta che non teme la siccità, al contrario, meglio innaffiarla ogni quindici giorni facendo attenzione a non lasciare ristagni nel sottovaso perché l’acqua eccessiva potrebbe far marcire le foglie.

Come ricavare il gel d’Aloe

Le foglie grandi e carnose dell’Aloe permettono di ricavare un gel utilizzato soprattutto a scopo curativo. Per estrarlo, però, la pianta deve avere almeno 3 anni.

Ottenerlo è molto semplice, non si deve fare altro che recidere la foglia partendo dal basso, per poi inciderla con un coltello lungo il contorno. Una volta eliminata la parte con le spine non resta che tagliare in un punto della foglia e far uscire il gel. Per estrarre tutto il contenuto, possiamo dividere la foglia in due parti e con l’aiuto di un cucchiaio prelevare il resto.

Il prodotto può essere conservato in frigorifero, all’interno di un barattolo di vetro ben chiuso per circa due settimane.

Come utilizzare il gel d’Aloe Vera

Prima di utilizzare il gel, è importante sapere che le foglie contengono all’interno aloina, una sostanza che se ingerita ha effetti lassativi. Dall’aspetto giallognolo deve essere eliminata durante l’estrazione del gel, in particolar modo se decidiamo di bere il succo di Aloe. Se invece, vogliamo utilizzare il prodotto solo per uso esterno, questa sostanza non ha alcun effetto su di noi.

L’Aloe quindi può essere utilizzata come:

  • Impacco per capelli: applicato prima dello shampoo deve essere lasciato agire per 15-30 minuti prima di sciacquare così da ottenere capelli morbidi e setosi. Il prodotto, inoltre, può essere un valido sostituto naturale del gel;
  • Crema viso: idratante e leggera, l’Aloe Vera può essere utilizzata in estate come sostituta della crema viso e corpo;
  • Crema antiscottature: adatta per alleviare le scottature, l’Aloe deve essere applicata sulla pelle arrossata dal sole e in pochi minuti si avrà una sensazione rinfrescante e di benessere;
  • Crema contro i brufoli: il gel è un prodotto disinfiammante e cicatrizzante ideale nel caso in cui si ha l’acne o piccoli brufoletti. La consistenza trasparente permette di applicarla in qualsiasi momento della giornata senza che sia visibile;
  • Maschera antiforfora: il problema antiestetico può creare imbarazzi, ma con l’Aloe può essere risolto facilmente. Basta cospargere il cuoio capelluto con un cucchiaio di prodotto, massaggiarlo mente viene applicato e dopo averlo lasciato agire per circa 30 minuti è possibile procedere con lo shampoo;
  • Antinfiammatorio gengivale: le proprietà antibatteriche e antimicrobiche del gel sono il rimedio efficace contro le infiammazioni alle gengive, è sufficiente applicare e massaggiare il prodotto sulla zona interessata. L’Aloe inoltre, può essere utilizzata come collutorio naturale. Non dobbiamo fare altro che diluire un cucchiaio di gel all’interno di un bicchiere d’acqua e aggiungere un pizzico di bicarbonato per avere un prodotto 100% naturale;
  • Antizanzare: il prurito e il rossore derivato dalle punture di zanzare può essere fastidioso, ma per ridurre gli effetti possiamo applicare il gel del tutto naturale sulla parte interessata;
  • Disinfettante: igienizzare le mani spesso è importante, per farlo con un prodotto green, possiamo utilizzare il gel di Aloe Vera. Se vogliamo avere un prodotto profumato, possiamo aggiungere alcune gocce di olio essenziale di lavanda o tea tree.

Prodotti online

Pianta Aloe Vera

Foglia di Aloe Vera 

Kit Aloe Vera

Succo Aloe Vera

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aloe vera, come coltivarla e come usarla

VicenzaToday è in caricamento