rotate-mobile
Salute

Come fare un succo di frutta in casa

Invece della solita acqua possiamo alternare un vero succo naturale fatto con la frutta fresca che abbiamo scelto

Con il caldo si sa bisogna bere, allora impariamo a privilegiare i sani succhi di frutta, permettono di fare il pieno di minerali e di vitamine e sono una bevanda eccellente per tutti quei bambini che non amano mangiare frutta fresca. Nei succhi biologici si ha la certezza di trovare soltanto ingredienti di origine naturale. Chi produce succhi bio non ricorre, infatti, all’uso di conservanti e di aromi artificiali e realizzando bibite semplici e genuine come quelle fatte in casa.
Quando si parla di succo di frutta, si intende proprio quello che possiamo immaginare: solo frutta, spremuta. 100% di frutta. Proprio per la presenza di sola frutta, i veri succhi sono più costosi delle altre bevande che contengono, per la maggior parte, acqua e zucchero.

Ogni succo molte proprietà

Mela: il succo di mela è un succo limpido di mele italiane, ideale per dissetarsi o per la preparazione di mix e centrifugati. La mela è ricca di Vitamine B1, che combatte inappetenza e stanchezza, ma anche di Vitamina B2 che facilita la digestione, protegge le mucose e rinforza unghie e capelli.

Mirtillo: il mirtillo selvatico è ricco di vitamina A e C ma anche di Vitamine B1,B2 e di sali minerali che conferiscono al frutto un’azione antiossidante e inibiscono la formazione di radicali liberi. Il mirtillo ha proprietà protettive dei vasi sanguigni e facoltà di protezione e miglioramento della vista.

Pera: oltre a contenere molte vitamine, le pere sono ricche di fibre e di pectina, utili per il buon funzionamento dell’intestino. Le facoltà antibatteriche della pera sono dovute all’alto contenuto di potassio, elemento fondamentale per le funzioni vitali dell’organismo. Inoltre la pera, grazie al suo alto contenuto di zuccheri naturali (fruttosio e glucosio) è una riserva di energia, molto utile nei casi di spossatezza o di attività sportiva.

Ananas: Particolarmente ricco in sali minerali (potassio, manganese) e in vitamine (carotenoidi, vitamina A, complesso B e vitamina C), l’ananas riduce il livello acido del nostro pH, (causato spesso da alimentazione scorretta e sbilanciata), ripristina l’equilibrio acido basico e previene e cura le infiammazioni, prima causa di malattie. Gli enzimi contenuti nel frutto svolgono un’importante azione digestiva soprattutto di pesce e carne.

Frutti rossi: un succo dal gusto dolce, concentrato in una bevanda salutare. Si tratta del nettare di frutti rossi (mirtillo, mora, ciliegia, prugna, ribes nero). Molte volte questi succhi sono arricchiti da vitamine aggiuntive (vitamina A e C, provenienti da altri frutti aggiunti durante la produzione del succo).

Pesca: la pesca ha un discreto contenuto di vitamina C e carotenoidi, per migliorare le difese dell’organismo e combattere l’invecchiamento della pelle. Le sostanze contenute nella pesca le conferiscono inoltre proprietà energetiche, per il contenuto di zuccheri, vitamine e sali minerali; diuretiche, in caso di ritenzione idrica; rinfrescanti e dissetanti, soprattutto dopo un’intensa sudorazione; leggermente lassative come rimedio per la stitichezza dei bambini.

Albicocca: molto ricca di vitamina A e di vitamina C l’albicocca è utile per i convalescenti, per chi ha problemi di anemia o per chi accusa stati di spossatezza. La vitamina A è anche parte attiva nella produzione di melanina, per la protezione dai raggi solari. Ricche anche di potassio, le albicocche sono indicate per prevenire disturbi sia al sistema nervoso che a quello muscolare.

ACE: gustoso mix di frutta, mela, arancia, limone e succo di carote, ricco di vitamine.
Frutti gialli + Vitamine: il gusto e le benefiche proprietà del nettare di frutti gialli biologici, arricchito di vitamine C e B12. Gli ingredienti sono frutti gialli (pera, banana, mela), sciroppo di fruttosio, vitamina C, vitamina B12.

COME RICONOSCERE LA QUALITA’ DEL SUCCO DI FRUTTA
Innanzitutto leggere l’etichetta.  Al suo interno, prima degli ingredienti, ci sono tre principali categorie alle quali ciascun succo appartiene. La prima, 100 per cento frutta, significa che il prodotto è senza l’aggiunta di conservanti, zuccheri e aromi. Una combinazione piuttosto rara. Nella seconda, con la scritta Nettare di frutta, la percentuale di frutta scende tra il 25 e il 50 per cento. La terza, Bevanda a base di frutta, indica invece una bibita che contiene solo il 12 per cento di frutta. Per il resto, ci sono aromi, coloranti e conservanti.

Occhio al fruttosio.  I prodotti estratti da alcuni frutti, come pere e uva, contengono decisamente più zuccheri rispetto a quelli con arancia, pompelmo, mela e ananas. Ma in ogni caso è sempre meglio non eccedere con le quantità: mediamente, una porzione di succo contiene tra i 15 e i 30 grammi di zuccheri, e non è poco. Tra l’altro, ogni frutto ha una percentuale più che abbondante di acqua (fino a oltre l’80 per cento) e poi zuccheri naturali.

SUCCO DI FRUTTA MELA E PESCA FATTO IN CASA
INGREDIENTI

500 grammi tra pesche e mele sbucciate meglio se ben mature, ma potete usare qualsiasi frutta matura.
mezzo litro di acqua 
150 g di zucchero.
o ho utilizzato queste dosi ma voi potete tranquillamente raddoppiarle o anche triplicare 

PROCEDIMENTO:

Pulite bene la frutta: sbucciate mele e pesche e tagliatele a pezzetti. Ma potete scegliere quella che vi piace di più e che è gradita ai vostri bimbi.

  • Intanto portate a bollore l’acqua con lo zucchero, in modo che lo zucchero si sciolga del tutto. Utilizzate una pentola abbastanza grande.
  • Versate ora anche la frutta a pezzetti e lasciate cuocere almeno 5 minuti.
  • Spegnete e frullate subito con un frullatore ad immersione: il risultato dovrà essere un succo molto liscio (frullate a lungo) e ancora caldo! Il succo è quasi pronto!
  • Trasferite il succo fatto in casa nelle bottiglie o barattoli che userete per conservarlo, precedentemente puliti e bolliti.
  • Riempite, chiudete bene con il tappo e capovolgete a testa in giù per creare il sottovuoto. Lasciate così fino a completo raffreddamento. Riponete poi  il succo fatto in casa in frigorifero e consumate entro pochi giorni (una volta aperto tenetelo al massimo un paio di giorni non di più).
  • Se decidete di prepararne in quantità potete poi sterilizzare i barattoli pieni di succo facendoli bollire per almeno un oretta. (mettete prima i barattoli in una pentola molto capiente e poi ricoprite d’acqua; portate a bollore e fate bollire per un ora). In questo modo si conserveranno molto più a lungo.

Produttori italiani di succhi biologici
Alcuni tra i maggiori produttori italiani di succhi biologici di frutta sono Natipuri, Plose, Natura Nuova Bio, Biotta, Azienda Agricola Bartolacci e Piccoli Frutti Della Val Sangone. Queste aziende prediligono, inoltre, sistemi di produzione ecologici ed ecosostenibili e tecniche di lavorazione che consentano di non alterare le proprietà nutrizionali della frutta.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Come fare un succo di frutta in casa

VicenzaToday è in caricamento