Sembra banale ma lavarsi le mani è fondamentale: ecco come farlo

L’igiene delle mani è indispensabile, specie d’estate e con il caldo quando il rischio di contaminazioni e infezioni è più alto per via della maggiore attività e diffusione batterica. Sicuri di pulirle nel modo giusto?

Ogni giorno le nostre mani vengono a contatto con centinaia di migliaia di germi. Siamo sicuri di pulirle nel modo giusto? Sono la parte più esposta del nostro corpo e vengono a contatto con ogni tipo di superficie senza che ce ne accorgiamo, così come non ci rendiamo conto che in media, poi, ci tocchiamo il volto almeno una volta ogni quattro minuti nell'arco della nostra giornata. Diverse malattie infettive, tra l'altro, possono trasmettersi con il contatto delle mani da persona a persona, e per questo motivo, per eliminare germi e batteri, è necessario essere sicuri di lavare le mani con attenzione e nel modo corretto.

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, lavare le mani riduce le infezioni gastrointestinali del 30% e quelle respiratorie del 40%. 
I microrganismi patogeni dell’influenza persistono per 15 minuti sulle mani e per 48 ore sulle superfici. Ad esempio, ciò significa che negli asili nido un bambino influenzato, giocando può diffondere rapidamente il virus ai suoi compagni e di conseguenza, alle loro famiglie. La scuola, infatti, è uno degli ambienti a maggior diffusione di infezioni, mettere in bocca gli oggetti o utilizzare bagni comuni, facilitano la diffusione di microrganismi causa di malattie. Lavare le mani con acqua e sapone per almeno un minuto e chiudere il rubinetto con una salviettina sono alcuni dei gesti “salva-salute”. Anche altre misure di igiene personale dovrebbero essere insegnate ai bambini, come utilizzare fazzoletti di carta per coprirsi naso e bocca quando si starnutisce o si tossisce.

Ecco i momenti in cui lavarsi le mani in casa è fondamentale per evitare infezioni batteriche:

  • prima di preparare e/o maneggiare il cibo
  • prima e dopo mangiato
  • dopo aver portato fuori la spazzatura
  • dopo aver assistito familiari affetti da infezioni
  • dover aver curato/toccato un animale domestico
  • dopo essere stati in bagno 
  • dopo aver starnutito o tossito
  • dopo aver maneggiato strofinacci e spugne sporche
  • Inoltre, bisogna sempre pulire le superfici della cucina e del bagno, e cambiare frequentemente stracci, spugne e salviette.

Come lavare le mani ?


L’Organizzazione Mondiale della Sanità consiglia:

  •  Insaponatevi accuratamente mani, polsi e dita, ma anche sotto le unghie.
  • Sfregate bene le mani contando piano fino a 20.
  • Risciacquate sotto l'acqua corrente contando fino a 30.
  • Asciugare le mani con una salvietta di carta monouso
  • Chiudere il rubinetto con la medesima salvietta in modo tale da non toccarne la superficie.

Strofinando palmi e dorsi con abbondante sapone per 40-60 secondi si eliminano il 99% dei batteri. Sembra scontato, semplice e a costo quasi zero. 
Attenzione invece ai detergenti battericidi, se usati male e troppo possono aumentare la resistenza batterica.

Lavarsi le mani  è un gesto troppo spesso sottovalutato e quasi sempre mal fatto nonostante sia uno strumento non solo di igiene quotidiana ma anche di prevenzione del diffondersi di infezioni, soprattutto negli ambienti molto frequentati come scuole, ospedali, centri commerciali, locali, etc.

Dovete sapere

  • Asciugare bene le mani: con le mani bagnate il trasferimento di batteri é 500 volte più veloce che con le mani asciutte. Gli asciugamani usa e getta o le salviettine di carta sono di sicuro sono i metodi più efficaci. Con asciugamani e panni invece bisogna fare attenzione: se rimangono umidi necessitano di lavaggi frequenti.
  • I germi sono ovunque. Fate attenzione agli oggetti che toccate più di frequente e puliteli spesso: tastiere dei computer, smartphone, tablet, cuffie, occhiali, sono tutti oggetti di uso quotidiano che dimentichiamo di pulire ed è proprio lì che si insidiano germi e batteri.
  • I guanti per pulire sono sicuramente utilissimi ma possono diventare controproducenti se non si cambiano con frequenza. La durata di un paio di guanti per le faccende domestiche non dovrebbe superare il mese di vita.

Dopo avere letto questo post e prima di andare a tavola, ricordati di lavare bene le mani! Tastiere del computer, schermi touch e telefoni cellulari sono fra i maggiori ricettacoli di batteri del nostro ambiente quotidiano!

Ecco alcuni negozi a Vicenza dove si trovano molti tipi di sapone:

Acqua & Sapone
Negozio di prodotti di bellezza
Via Legione Antonini, 142 · 0444 964397

Tigotá
Negozio
Viale Trieste, 25 · 0444 302962

Acqua & Sapone
Negozio di prodotti di bellezza
Corso SS. Felice e Fortunato, 24 · 0444 320084

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Grave perdita di gpl dal distributore di carburanti: pericolo esplosione

  • Rubano un'auto e si schiantano, un 14enne alla guida: denunciati due minorenni

  • Schianto in A4, grave un anziana: miracolati due bimbi di pochi mesi

  • Investita sulle strisce: 21enne in Rianimazione

  • Violento scontro auto-camion sulla Sp 26: muore una 52enne vicentina

  • Operaio trova l'amante nudo a letto, la moglie lo morde: denunciata per violenza domestica

Torna su
VicenzaToday è in caricamento