Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cura della persona

Quante docce si devono fare per rimanere in salute?

Cosa succede se trascuri la pulizia, o ne fai troppa

Che sia al mattino appena svegli o poco prima di andare a dormire, la doccia quotidiana, è un’azione fondamentale. Oltre a lavare via lo sporco e la polvere assorbita durante il giorno, deterge e coccola la tua pelle, liberandoti anche dello stress accumulato. È un rituale di cura di sé e una routine confortante e rilassante che infonde un benessere senza pari. Trascurarsi, anche da questo punto di vista, potrebbe portare a conseguenze serie e non solo relativamente alla vita sociale, inficiata per ovvi motivi.

Sono tutti d’accordo, medici e dermatologi, nel sostenere che fare la doccia tutti i giorni non crei nessun problema. Tuttavia, gli esperti suggeriscono di non esagerare: anche farla un giorno sì e uno no va bene. Anzi, sarebbe proprio questa la soluzione migliore. Chiaramente, lavando tutti i giorni zone il viso, le parti intime, le ascelle e i piedi.

Fare la doccia a giorni alterni permette di conservare i batteri buoni che proteggono l’epidermide e il corpo dalle infezioni. Oltre ad essere una mano tesa per l'ambiente perché si riduce il consumo di acqua. 

Da evitare

L'acqua ad alta temperatura. Anche se piacevole e rilassante, l’acqua al di sopra dei 49° potrebbe ridurre l’umidità della pelle eliminando i suoi lubrificanti naturali. Molto meglio stare intorno ai 43° gradi, per una sensazione comunque calda e piacevole ma non dannosa. 

Permanenza prolungata sotto la doccia. Ridurre il tempo a cinque minuti aiuta la pelle a rimanere lubrificata evitando la perdita d’acqua verso l’esterno del nostro corpo, potenziale causa di secchezza. Per i soggetti che hanno una predisposizione alla psoriasi o alla dermatite atopica, infatti, si consiglia una doccia molto veloce.

Lo shampoo va utilizzato al momento giusto, in quanto lavarsi i capelli alla fine della doccia potrebbe lasciare alcuni suoi residui sulla pelle. È bene quindi lavarsi i capelli come prima cosa, permettendo poi all'acqua di risciacquare bene lo shampoo. 

L'asciugatura, operazione erroneamente considerata irrilevante per nostro benessere: al contrario di ciò che si pensa, l’utilizzo corretto dell’asciugamano (tamponando e non strofinando) potrebbe evitare irritazione, prurito e ruvidezza della pelle.

Se ci si lava poco

Ci sono molti cambiamenti fisici che si verificano, a parte il palese cattivo odore che si emana, che possono portare a problemi di salute più grandi e scomodi, quando si rinuncia a un regime costante di detersione.

Le cellule morte della pelle creano un terreno fertile per i batteri

Le cellule morte, il sudore e le particelle di polvere si attaccano alla pelle e può rivelarsi un serio problema, perché questo stato, promuove la crescita invisibile di “nutrienti” per i batteri putridi e dall’olezzo non proprio di rosa. Molti batteri, usano i nostri corpi come ospite e quando smetti di fare la doccia, questi batteri imperano. Alla lunga svilupperai serie affezioni della pelle, fastidiosi e duri a morire.

Preparati per la pelle secca e pruriginosa

Prurito e pelle secca, esfoliazione anche dolorosa ed esteticamente insopportabile. Una delle altre conseguenze della cattiva igiene personale, conduce quasi sicuramente ad un incontro brutale con la pelle secca. Rovinerai la tua pelle precedentemente sana, sviluppando aree ruvide e asciutte, palesando disidratazione e incuria. Ricorrere all’uso di oli e lozioni profumate, può aiutare con squamosità e possono recare sollievo nell’immediato e temporaneamente, ma questi metodi stanno semplicemente mascherando il problema, piuttosto che affrontarlo o risolverlo. È meglio idratare mentre la pelle è umida e dopo la pulizia o la doccia, per sigillare un po' di idratazione. Se non fai la doccia, questo processo viene annullato e l'applicazione del prodotto, si rivelerà in realtà solo una perdita del tuo tempo, nonché del prodotto. È alla base che bisogna mutare, inoltre, l'organo più grande del tuo corpo, inizierà a mostrare ulteriori segni di abbandono, se perseveri nell’incuria. 

Puoi sviluppare il piede d'atleta

Se sei un corridore o un appassionato di palestra, non puoi davvero permetterti di omettere uno step fondamentale, come quello di fare la doccia. Oltre alla pelle, puoi sviluppare ciò che viene chiamato "tinea cruris", più comunemente noto come “piede d’atleta”.

Il fungo può crescere più abbondantemente sulla pelle sudata, pertanto, la pulizia è assolutamente fondamentale. Fare la doccia dopo l'attività fisica, è importante fare per evitarlo curandosi anche di asciugare accuratamente le zone più nascoste, come inguine, ascelle e interspazi delle dita dei piedi, avendo cura di farlo con asciugamani differenti, ad evitare la diffusione dei batteri.

Puoi sviluppare "pelle dura"

Non devi preoccuparti solo della pelle secca e maleodorante. Se smetti di fare la doccia, la tua pelle può effettivamente diventare dura, una condizione chiamata "ipercheratosi da ritenzione”, che si presenta come un'eruzione cutanea. Nota anche come terra firma, che in latino significa" terra dura ". Tutto ciò significa che la pelle morta, la sporcizia e gli oli naturali del corpo, vengono compattati insieme formando un materiale appiccicoso simile a colla, sullo strato più esterno della pelle. Queste aree, possono apparire sul collo, nell'incavo del braccio o sulla parte posteriore delle ginocchia, in genere dopo circa una settimana di incuria.

Eczema esacerbato e altri problemi

Se hai già la pelle sensibile o soffri di una condizione come l'eczema o l'acne, non fare la doccia può aggravare tali condizioni e peggiorarle, specialmente durante i mesi caldi e umidi. L'eczema può peggiorare con l'eccessiva sudorazione, così come un tipo di acne, chiamata follicolite da pityrosporum. 

È possibile contrarre un'infezione da lievito

Quando rinunci alla doccia per un periodo di tempo prolungato, esponi te stesso a un rischio maggiore di contrarre ogni tipo di infezione, a causa della crescita eccessiva di batteri sulla pelle. Un’infezione da lievito, è tra le possibili afflizioni da contrarre. Le infezioni da lieviti, sono abbastanza comuni e di solito sono abbastanza facili da correggere. Ma ciò non significa che non siano un fastidio e una seccatura da affrontare. Come molte altre cose, la prevenzione è la cura migliore. La pulizia regolare, è particolarmente importante nel prevenire una crescita eccessiva dei batteri Candida albicans, che causa un'infezione del lievito.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quante docce si devono fare per rimanere in salute?

VicenzaToday è in caricamento