rotate-mobile
Giovedì, 11 Agosto 2022
Alimentazione

Cellulite: 10 alimenti con effetto drenante

Come combattere l'inestetismo che tutte le donne odiano

Le gambe gonfie e la ritenzione idrica sono problemi che affiggono molte donne, spesso conseguenza del caldo. Questo perchè la vasodilatazione tende ad aumentare portando con sé un maggiore ristagno dei liquidi, una delle cause principali di gambe gonfie e pesanti e della comparsa di cellulite pelle a buccia d'arancia. La ritenzione idrica è un disturbo piuttosto diffuso che comporta la tendenza a trattenere liquidi nell'organismo. Comune soprattutto nelle donne, in assenza di patologie quali uno squilibrio tra il sistema venoso e quello linfatico o una cattiva circolazione sanguigna, la causa principale  è spesso uno stile di vita poco equilibrato: un'eccessiva sedentarietà e una dieta scorretta.

Per  sgonfiare le gambe e al contempo combattere ritenzione idricacellulite pelle a buccia d'arancia, è fondamentale abbinare una dieta sana, varia e drenante ad un'attività fisica adeguata alle proprie esigenze. Vediamo quindi alcuni consigli semplici da seguire per modificare alcuni aspetti del proprio stile di vita e combattere gambe gonfie e ritenzione idrica.

10 cibi drenanti per sconfiggere ritenzione e cellulite

  • ananas
  • anguria
  • asparagi
  • cetrioli
  • cipolle
  • lattuga
  • mele
  • mirtilli
  • pomodori
  • ribes

Meno sale, più erbe aromatiche

Il sodio è uno dei principali alleati di cellulite ritenzione idrica: il primo passo per combatterle, quindi, è diminuire il sale e, di conseguenza, la quantità di sodio assunta ogni giorno, aumentando parallelamente l'apporto di alimenti ricchi di potassio, vitamina C e fibre. Un ottimo modo per ridurre il consumo di sale, inoltre, è imparare a cucinare utilizzando le erbe aromatiche e le spezie, capaci di dare sapore e gusto alle pietanze ma anche di apportare tantissimi benefici al nostro organismo.
Infine, è importante ricordare che il sodio non si trova unicamente nel sale, ma in tantissimi altri alimenti: è necessario, quindi, limitare anche il consumo di insaccati, formaggi stagionati e prodotti confezionati.

Bere spesso acqua

Per sconfiggere la cellulite e sgonfiare le gambe è fondamentale assumere tanta acqua: bere, infatti, aiuta a ridurre la ritenzione idrica, favorendo sia l'eliminazione dei liquidi in eccesso e delle tossine sia il corretto funzionamento di intestino e microcircolo. Cerca di bere almeno 1 litro e mezzo di acqua, assumi alimenti drenanti, infusi e tisane e, per ottimizzare il loro potere drenante, prediligi le acque poco mineralizzate, con residuo fisso inferiore ai 50 mg/L.

L'importanza di potassio e magnesio

Potassio magnesio sono minerali depurativi che aiutano a combattere cellulite ritenzione idrica: il potassio regola la distribuzione dei ?uidi fra interno ed esterno delle cellule ed è l'antagonista naturale del sodio, favorendo lo smaltimento dei liquidi in eccesso, mentre il magnesio è un microelemento che agisce sulla permeabilità della membrana cellulare e, di conseguenza, influenza il passaggio del potassio e di altri elementi attraverso di essa.
Entrambi questi minerali sono naturalmente presenti nelle verdure a foglia larga, nella frutta, come fragole, pesche, albicocche e banane, e in altri alimenti, quali cereali integrali, semi oleosi, legumi e frutta secca.

Via libera alle fibre

Le fibre sono essenziali per rimanere in buona salute, grazie alla loro capacità di regolarizzare l'attività intestinale e di diminuire l'assorbimento di grassi e zuccheri, contribuendo a tenere sotto controllo colesterolo e glicemia e a drenare tossine e liquidi in eccesso. Via libera quindi a cereali integrali, legumi, mele, carciofi, finocchi, asparagi e prugne.

Carni bianche e pesce

Cerca di evitare alimenti grassi e difficili da digerire, come carni rosse, formaggi e salumi, prediligendo le proteine più leggere di carni bianche, legumi, uova e pesce

Riduci gli zuccheri semplici

Gli zuccheri semplici contribuiscono a promuovere l'infiammazione del tessuto adiposo e la sofferenza del microcircolo a causa della loro capacità di trattenere i liquidi: per combattere cellulite ritenzione idrica è quindi molto importante ridurre il consumo di zuccheri semplici e farine raffinate (bianche), prediligendo i cereali integrali (pasta, pane e riso integrali, orzo, kamut, farro, quinoa). Questi ultimi, infatti, sono ricchi di fibre, che facilitano il drenaggio di liquidi e scorie e aiutano a sentirsi sazi più a lungo, prevenendo abbuffate e attacchi di fame.

Cos'è la cellulite

Cellulite è un termine per la formazione di noduli e fossette nella pelle. I nomi comuni della cellulite sono pelle a buccia d'arancia, pelle di ricotta.

La cellulite può colpire sia uomini che donne, ma è più comune nelle donne, a causa della diversa distribuzione di grasso, muscoli e tessuto connettivo.

Fra 80 e 90 per cento delle donne possono sperimentare la cellulite ad un certo punto della loro vita. Le persone che mangiano troppi grassi, carboidrati e sale e troppo poche fibre hanno probabilmente una maggiore quantità di cellulite.

Cosa sono gli ultrasuoni 

Gli ultrasuoni sono l’alternativa non invasiva alla liposuzione. Attraverso questa tecnica è possibile combattere le adiposità localizzate, cellulite e buccia d’arancia, rimodellando il corpo in modo non invasivo. “Attraverso questo particolare fenomeno fisico - spiega la dottoressa Anna Calascibetta, specializzata in Medicina Estetica al Fatebenefratelli di Roma  - un manipolo procede alla formazione continua di microbolle di vapore all’interno di un fluido, cui segue l’implosione. In pratica questi ultrasuoni sono in grado di provocare variazioni di pressione e di temperatura nel fluido interstiziale presente fra gli adipociti, creando appunto delle microbolle che aumentando e diminuendo di volume ad un certo punto implodono”. 

Cosa non fare

• Non mettere il sale direttamente sulla pasta o sul riso, ma aggiungerlo solo all’acqua di cottura;
• evitare i cibi in scatola;
• optare per cotture semplici (vapore, griglia);
• consumare frutta ricca di vitamina C e sostanze antiossidanti;
• consumare più verdure, che saziano e sono poco caloriche;
• prestare sempre attenzione alle etichette nutrizionali degli alimenti, escludendo quei cibi che presentano come primo ingrediente il sale (anche sottoforma di altri nomi, come: Na, cloruro di sodio, fosfato monosodico, bicarbonato di sodio o glutammato di sodio);
• evitare cibi molto salati, salumi, formaggi grassi e fermentati, fritti, scatolame, bevande dolcificate, succhi di frutta con sciroppo, alcolici, cioccolato, caffè, the forte.

Alimenti no
Banditi gli eccessi di caffè (oltre 2-3 tazzine il giorno), di cioccolato e di bevande alcoliche (come vino, birra e liquori), poiché affaticano il fegato impedendo di espellere le sostanze di rifiuto.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cellulite: 10 alimenti con effetto drenante

VicenzaToday è in caricamento