Ztl, al via il rinnovo dei permessi

Assessore Celebron: “Verso la dematerializzazione delle procedure”

Da lunedì 18 gennaio i possessori di permessi di transito in ztl potranno, a “scaglioni” temporali (9 in tutto, a partire dalla categoria “attività lavorative”), chiedere il rinnovo annuale del contrassegno presentando un'autodichiarazione di permanenza dei requisiti.

Non verrà rilasciato un nuovo contrassegno, ma resterà valido quello già in possesso di ogni utente. In caso di mancata presentazione della richiesta di rinnovo, il permesso sarà annullato e la targa cancellata dal database.

Sarà possibile rinnovare il permesso inviando un'email a rinnovi ztl@comune.vicenza.it e allegando la scansione del modulo di richiesta di rinnovo, copia del proprio documento di identità, copia del bonifico e copia del permesso da rinnovare. Una mail di risposta confermerà l'avvenuto rinnovo. In alternativa, ed esclusivamente previo appuntamento da richiedersi on line, sarà possibile recarsi di persona allo sportello ztl di piazza Biade per la consegna della documentazione cartacea.

"Con i rinnovi per l'anno 2021 vogliamo progressivamente spostare la procedura su sistemi informatici - dichiara l'assessore alla mobilità Matteo Celebron -, in grado di facilitare l'utenza e limitare l'accesso agli uffici. Nell'attesa di implementare una piattaforma per il rinnovo ed il pagamento completamente on line, da quest'anno introduciamo il dialogo dedicato via mail, con la possibilità di inviare la documentazione senza muoversi da casa. La modulistica è infatti scaricabile dal sito e, oramai, i bonifici per i diritti di segreteria possono essere agevolmente fatti attraverso la propria home banking".

"Nei prossimi mesi verranno attivate anche le forme di pagamento PagoPA - prosegue l'assessore Celebron - quale ulteriore facilitazione per la gestione dei rinnovi. Invito tutti alla massima attenzione e a sfruttare le procedure di invio telematico, al fine di non accedere agli uffici, avere la massima comodità e contribuire alla progressiva dematerializzazione delle procedure".

Per questa prima tipologia di permessi, “attività lavorative” (cartoncino verde), la scadenza è il 28 febbraio. Le altre categorie procederanno poi secondo il seguente calendario: residenti, dall'1.03 al 15.04, validità 5 anni; dimoranti, dal 16.04 al 31.05, validità 1 anno; detentori posto auto, dall'1.06 al 15.07, validità 1 anno; enti, dall'1.06 al 15.07, validità 1 anno; speciali, dall'1.06 al 15.07, validità 1 anno; nucleo monofamiliare, dal 30.09 al 15.10, deroghe, dall'1.10 al 30.11, validità 1 anno, manutentori, dall'1.10 al 30.11, validità 3 anni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il grande freddo: gennaio 1985 la nevicata del secolo

  • Franco Picco alla Dakar: la zampata finale del leone

  • Coronavirus, 8 decessi nel Vicentino: muore una 58enne

  • Nuovo Dpcm, allo studio divieto d'asporto dopo le 18: per il Veneto più facile l'entrata in zona rossa

  • Coronavirus: cos'è il saturimetro e perchè potrebbe salvarti la vita

  • Franco Picco alla Dakar 2021: è leggenda

Torna su
VicenzaToday è in caricamento