rotate-mobile
Mercoledì, 29 Maggio 2024
Attualità Longare

Itinerari chiodati e buchi di roccia chiusi sulla Falesia: il Comune pretende rispetto

L'Amministrazione comunale di Longare porta alla luce alcuni fatti incresciosi che si sono verificati nell'area "di grande orgoglio e interesse naturalistico, storico e sportivo"

"Siamo venuti a conoscenza di alcuni spiacevoli ed incresciosi avvenimenti che risultano in contrasto con il regolamento “per le attività connesse alla frequentazione dell’area collinare e per la salvaguardia ambientale e faunistica delle pareti di Lumignano”, approvato dal Consiglio comunale nel 2003 e con la regolamentazione delle attività di arrampicata sportiva",  spiega il consigliere delegato Michele Walczer Baldinazzo riferendosi ad eventi come la chiodatura di nuovi itinerari in un’area situata a fianco del settore Lumignano Nuova, compreso tra il monte Scandolaro e il Monte Castellaro e sotto la “Placca Campi” e la chiusura di buchi naturali presenti sulle pareti rocciose.

"Oltre ad un danno di interesse sportivo - spiega il Comune - si tratta di un ancor più grave danno di interesse ambientale. Le Falesie di Lumignano sono motivo di orgoglio per il nostro Comune, un così peculiare ambiente di interesse naturalistico, storico e sportivo è unico nel suo genere. Tale ambiente però può sussistere solo se esiste un equilibrio tra flora, fauna e fruitori delle falesie".

"Ogni violazione delle norme di comportamento è punita con sanzione amministrativa da 25 a 250 euro - sottolinea il consigliere delegato - In caso di recidiva, l’Amministrazione Comunale potrà interdire a tempo determinato o indeterminato la frequentazione della falesia così come previsto dall’articolo 5 comma 2 del Regolamento comunale".


"Preso atto di tali comportamenti, stiamo valutando di procedere con un esposto alle Forze dell’ordine - sottolinea - Si tratta di un atto dovuto per la salvaguardia delle falesie e dell’arrampicata a Lumignano: non deve essere il comportamento di qualche individuo la causa di una rottura dell’equilibrio creatosi negli anni. Sottolineiamo l’importanza della collaborazione con le associazioni locali che supportano l’arrampicata sportiva e la salvaguardia ambientale".

"Ricordiamo inoltre che è istituita una commissione tecnica, di cui l’Amministrazione comunale è membro, a cui è affidato il compito esclusivo di richiodatura e manutenzione degli itinerari e di controllo del rispetto delle norme -  conclude - Invitiamo infine, tutti i fruitori delle falesie e dell’area collinare, ad un rispetto dell’ambiente evitando di abbandonare rifiuti, anche organici, prestando attenzione a non interferire con la fauna e la flora locali"
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Itinerari chiodati e buchi di roccia chiusi sulla Falesia: il Comune pretende rispetto

VicenzaToday è in caricamento