menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vaccinazione anti Covid: è il turno dei settantenni, si parte dalla coorte del 1951

Già attiva la prenotazione online sul sito dell’Ulss 8 Berica. Anche l'Ulss 7 al lavoro per il proseguo della campagna vaccinale che per i cittadini tra i 70 e i 79 anni si svolgerà attraverso i medici di medicina generale

In Ulss 8 Berica la campagna di vaccinazione anti-Covid entra già nella fase successiva, con l’avvio della somministrazione del vaccino anche ai settantenni. Inizialmente il vaccino sarà somministrato ai nati nel 1951(circa 5mila persone nel territorio dell’Ulss 8 Berica), a partire da mercoledì 24 marzo.

La vaccinazione, che avverrà con il vaccino AstraZeneca, sarà su prenotazione, attraverso il sistema iCup, accessibile dal sito dell’Ulss 8 Berica: qui, in pochi minuti, gli utenti potranno accedere al calendario delle sessioni già programmate dall’Ulss 8 Berica, scegliendo il giorno, l’orario e la sede preferita tra Vicenza, Lonigo, Noventa Vicentina, Trissino e Valdagno.

La prenotazione è riservata per il momento ai soli nati nel 1951, ma con il medesimo sistema, successivamente sarà la volta dei nati nel 1950 e così via progressivamente per classi di età fino ai nati nel 1942. L’Ulss 8 Berica comunicherà di volta in volta l’apertura delle prenotazioni anche per le successive corti di età. 

La classe di età di appartenenza sarà verificata al momento della somministrazione.

Complessivamente, i cittadini residenti nel territorio dell’Ulss 8 Berica tra i 70 e i 79 anni sono circa 47mila.

Per quanto riguarda l'Ulss 7 Pedemontana, dopo avere completato la messa in sicurezza dei nati nel 1941, questa settimana saranno somministrate le seconde dosi anche ai nati nel 1940 (3.351 persone) e parallelamente sarà somministrata la prima dose ai nati nel 1939 (3.085). Inizierà inoltre la somministrazione ai nati tra il 1929 e 1938 e a tutti gli ultra novantenni. Subito dopo sarà la volta dei nati tra il 1930 e il 1937 (circa 13.300 persone in tutto).

Per tutti, l’Ulss 7 Pedemontana ha previsto l’invio di una lettera a casa, con indicato, il giorno, l’ora e la sede della vaccinazione. Prosegue inoltre anche la vaccinazione degli insegnanti, tramite prenotazione online sul sito dell’Ulss 7 Pedemontana, e degli appartenenti alle forze dell’ordine.

Parallelamente, l’Ulss 7 Pedemontana si è già attivata anche per l’avvio della campagna di vaccinazione per i cittadini tra i 70 e i 79 anni (sono 37.316 i residenti in questa fascia di età), che si svolgerà attraverso i medici di medicina generale. Saranno questi ultimi, infatti, a vaccinare i propri pazienti in questa fascia di età, con la facoltà di scegliere se somministrare i vaccini direttamente presso il proprio ambulatorio o utilizzando le sedi di vaccinazione condivise messe a disposizione dalle amministrazioni comunali con il supporto dell’Ulss 7 Pedemontana.

A questo scopo, l’Ulss 7 Pedemontana ha già previsto la riconversione di alcuni dei punti di vaccinazione già attivi e l’apertura di nuovi. Più in dettaglio, le strutture Rondò Brenta e Cassola resteranno attive, ma saranno appunto utilizzate dal medici di Medicina generale, mentre le vaccinazioni svolte direttamene dal personale dell’Ulss 7 saranno concentrate nella sede del Pala Anganaro; analogamente, nel Distretto 2 saranno utilizzate dai medici di Medicina generale le sedi di Thiene, Schio e Arsiero, mentre le vaccinazioni gestire dal Sisp saranno eseguite nella nuova sede di Marano, attiva da mercoledì 24 marzo con 12 linee (delle quali 2 riservate ai medici di famiglia).

Per quanto riguarda invece le nuove sedi, nel Distretto 2 sono state individuate a Breganze, Chiuppano e Malo, e altre sedi sono in fase di valutazione anche per il Distretto 1 in base alle esigenze effettive.

Una sorta di “prova generale” è prevista già per la fine di questa settimana: giovedì 25 infatti inizieranno presso alcune Medicine di gruppo le prime vaccinazioni, al fine di verificare il perfetto funzionamento dell’organizzazione messa a punto.

"Come si vede stiamo portando avanti il massimo impegno su più fronti - sottolinea il direttore generale dell’ULSS 7 Pedemontana Carlo Bramezza - e ringrazio tutti per la grande collaborazione dimostrata: il nostro personale, le Amministrazioni comunali e i medici di Medicina generale. Con la somministrazione delle prime dosi ai settantenni, a breve la campagna di vaccinazione entra come preannunciato in una nuova fase, che ci porterà ad un significativo incremento delle dosi giornaliere somministrate e dunque del numero di cittadini che riusciremo a proteggere dal virus".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Ci sarà una super luna rosa ad aprile

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VicenzaToday è in caricamento