Attualità

Vaccinazione Covid, tre giornate ad accesso libero per i 70-79enni dell'Ulss 7

Venerdì nel punto di vaccinazione di Roana, sabato e domenica a Bassano e a Schio con giorni e orari differenziati in base all’anno e al mese di nascita

Un fine settimana ad accesso libero per concludere la campagna di vaccinazione dei cittadini tra i 70 e i 79 anni, che nel territorio dell’Ulss 7 Pedemontana sono 28.039, il 75,43% dei quali ha già ricevuto la prima dose. L’Ulss 7 Pedemontana mette in campo anche questa ulteriore opportunità, offerta su tutto il territorio.

Si comincerà domani, venerdì 7 maggio, al punto di vaccinazione di Roana per i residenti dell’Altopiano che rientrano in questa fascia di età, mentre sabato 8 e domenica 9 maggio l’iniziativa sarà replicata nei punti di vaccinazione di Bassano del Grappa (Pala Angarano) e Schio (ex Lanificio Conte), in questo caso però con una suddivisione per anno di nascita al fine di evitare assembramenti: in entrambi, quindi, sabato 8 potranno presentarsi senza prenotazione tutti i cittadini tra i 70 e i 74 anni, mentre domenica 9 toccherà a quelli tra i 75 e i 79 anni.

Sempre al fine di ridurre le attese e prevenire eventuali assembramenti, nelle tre giornate, in tutte le sedi di vaccinazione, l’orario di accesso libero è stato definito in base al mese di nascita: dalle 8.30 alle 9.30 per i nati in gennaio, dalle 9.30 alle 10.30 per i nati in febbraio e marzo, quindi i nati in aprile (10.30-11.30), maggio (11.30-12.30) e giugno (12.30-13.30). Nel pomeriggio toccherà ai nati in luglio (14.00-15.00), agosto (15.00-16.00), settembre (16.00) e ottobre (17.00-18.00); chiederanno le giornate i nati nei mesi di novembre e dicembre, dalle 18.00 alle 19.00.

Al fine di velocizzare le operazioni, si chiede ai cittadini di presentarsi nel limite del possibile con la scheda di anamnesi e il modulo di consenso già compilati (entrambi sono scaricabili sul sito Internet dell’ULSS 7 Pedemontana), oltre che con carta di identità e tessera sanitaria.

Parallelamente, continuano a essere aperte tramite il portale regionale le prenotazioni per chi ha tra i 60 e i 69 anni: in questa fascia di età, su una popolazione di 46.098 persone, ad una settimana dall’inizio delle vaccinazioni, 18.550 hanno già ricevuto la prima dose (40,24% del totale).

Prenotazioni aperte anche per i cittadini “fragili” (10,424 quelli già vaccinati, 61,42% del totale), così come per i disabili con legge 104 (in questo caso sono 7.037 i già vaccinati, 72,06% del totale) e i loro conviventi o caregiver.

«I numeri confermano che abbiamo cambiato passo nella campagna di vaccinazione - sottolinea il Direttore generale Carlo Bramezza - Dopo settimane passate attendendo una maggiore disponibilità di vaccini ora le dosi ci sono, sta ai cittadini cogliere questa fondamentale opportunità per mettere in sicurezza sé stessi e anche i propri cari, oltre che per poter tornare ad una vita sicuramente più libera dopo le tante restrizioni vissute negli ultimi mesi. Per favorire la massima adesione tra i settantenni abbiamo organizzato tre giornate ad accesso diretto, così da superare ogni eventuale difficoltà legata alla prenotazione, mentre ai sessantenni che non l’hanno ancora fatto rinnoviamo l’invito a prenotarsi: abbiamo visto tutti quanti morti e sofferenze ha provocato e continua a provocare questo virus».

Schermata 2021-05-06 alle 15.11.14-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccinazione Covid, tre giornate ad accesso libero per i 70-79enni dell'Ulss 7

VicenzaToday è in caricamento