rotate-mobile
Attualità

La Torcia della pace fa tappa a Monte Berico: la benedizione del vescovo Pizziol

Guderzo, Ciccone e Zorzi con l'ispettore superiore di Vicenza Nicolin compongono la staffetta veneta. A fine maggio la torcia della Pace arriverà dal Papa

É stato lanciato un messaggio di pace oggi dal sagrato di Monte Berico: il vescovo di Vicenza monsignor Beniamino Pizziol ha incontrato la staffetta veneta della Torcia della Pace della polizia Penitenziaria partita a Natale dal carcere di Opera di Milano e che ha già percorso buona parte del Nord Italia.

Provenivano dal Padovano (dopo aver raccolto stamane la fiaccola al confine tra Ferrara e Rovigo) Tatiana Guderzo (GS Fiamme Azzurre) e gli ex del gruppo sportivo Angelo Ciccone (in servizio a Padova) e Susanna Zorzi (in servizo a Vicenza), tutti e tre accompagnati dall'ispettore superiore dell'amministrazione carceraria di Vicenza Andrea Nicolin.

Ad aspettare la staffetta sul sagrato del santuario il Vescovo con don Gigi Maistrello, cappellano del Carcere di Vicenza, una rappresentanza del CSI di Vicenza e naturalmente dell'Ordine dei Servi di Maria che hanno ospitato l'incontro.

Monsignor Pizziol ha detto parole di apprezzamento per il servizio e per l'esempio e per questa testimonianza ulteriore, simbolica che la Polizia Penitenziaria sta svolgendo. Il vescovo ha anche lanciato un messaggio di pace perché sia fermata la guerra in Ucraina. La staffetta prosegue nei prossimi giorni in Veneto per passare di mano a Portogruaro con i colleghi del Friuli. La Torcia della Pace tra qualche settimana arriverà dal Papa a Roma!


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Torcia della pace fa tappa a Monte Berico: la benedizione del vescovo Pizziol

VicenzaToday è in caricamento