rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Attualità

Assegnate le stelle Michelin: i ristoranti vicentini premiati

La Bibbia gastronomica francese ha conferito il prestigioso riconoscimento a 1 locale in città e a 7 in provincia

La Guida Michelin 2022 è stata presentata oggi (23 novembre) confermando che la cucina italiana sta lavorando all’insegna dell’inventiva e della qualità, e che è sempre pronta a rinnovarsi.

Il Bel Paese, nazione per eccellenza vocata al dinamismo e al cambiamento per quanto concerne la buona tavola non si è lasciata scoraggiare dalle difficoltà della situazione pandemica.

«E quindi uscimmo a riveder le stelle». Comincia con una citazione di Dante l'assegnazione dei premi, come l’uscita dall’inferno e pronti ad entrare – almeno – nel purgatorio della «nuova normalità».

Qui di seguito andiamo a conoscere i brillanti protagonisti della “volta celeste” di questa 67^ edizione.

Il Veneto è la seconda regione d'Italia per numero di locali stellati, ben 36.

I ristoranti vicentini premiati

New entry: La Favellina - Chef Federico Pettenuzzo - Malo VI

Tre Stelle MICHELIN

In Veneto il massimo punteggio va solo alle Calandre di Rubano

Due Stelle MICHELIN

Si conferma al vertice della ristorazione della nostra provincia La Peca di Lonigo con due stelle Michelin e con le tre forchette del Gambero Rosso.

Una Stella MICHELIN

  • Altissimo (VI) - Casin del Gamba
  • Arzignano (VI) - Damini Macelleria & Affini
  • Asiago (VI) - Stube Gourmet
  • Asiago (VI) - La Tana Gourmet
  • Barbarano Vicentino (VI) - Aqua Crua
  • Malo (VI) - La Favellina New entry
  • Schio (VI) - Spinechile
  • Vicenza- Matteo Grandi Il Garbaldi

In Veneto

  • Scorzè (VE) - San Martino
  • Venezia (VE) - Local N
  • Venezia (VE) - Oro Restaurant
  • Venezia (VE) - Quadri
  • Venezia (VE) - Wistèria N
  • Venezia (VE) - Zanze XVI N
  • Venezia/Mazzorbo (VE) - Venissa
  • Verona (VR) - Il Desco
  • Verona (VR) - 12 Apostoli
  • Bardolino (VR) - La Veranda del Color
  • Borgoricco (PD) - Storie d'Amore
  • Castelfranco Veneto (TV) - Feva
  • Cavaion Veronese (VR) - Oseleta
  • Cortina d'Ampezzo (BL) - Sanbrite
  • Cortina d'Ampezzo (BL) - Tivoli
  • Malcesine (VR) - Vecchia Malcesine
  • Oderzo (TV) - Gellius
  • Pieve d'Alpago (BL) - Dolada
  • Pontelongo (PD) - Lazzaro 1915
  • Puos d'Alpago (BL) - Locanda San Lorenzo
  • Romagnano (VR) - La Cru
  • Roverchiara (VR) - Locanda le 4 Ciacole N
  • San Pietro in Cariano / Corrubbio (VR) - Amistà

La Guida MICHELIN

La Guida Michelin nasce in Francia nel 1900, creata dai fratelli Édouard e André Michelin, i fondatori del noto marchio di pneumatici, per aiutare gli automobilisti in viaggio che, allora, era spesso avventuroso. Conteneva informazioni pratiche (dove fare rifornimento, dove trovare un’officina, dove cambiare i pneumatici) e indicazioni su dove mangiare e dormire. In Italia, la prima Guida Michelin è del 1956.

I rigorosi criteri di selezione, applicati in modo omogeneo in 30 Paesi, rendono la Guida Michelin un riferimento nel campo della ristorazione. Gli ispettori Michelin operano in modo anonimo seguendo una consolidata metodologia in tutto il mondo e pagano il conto al ristorante, valutando esclusivamente la qualità della cucina in base a cinque criteri: qualità dei prodotti, gusto e abilità nella preparazione dei piatti e nella combinazione dei sapori, cucina rivelatrice della personalità dello chef, rapporto qualità/prezzo e continuità nel tempo.

Ne consegue che la qualità di un ristorante stellato è la stessa a Firenze e a New York, così come a Vicenza o a Londra.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assegnate le stelle Michelin: i ristoranti vicentini premiati

VicenzaToday è in caricamento