Tutte le telecamere della città collegate con la centrale operativa dei carabinieri

Completata la rete di videosorveglianza che permetterà al comando provinciale dei militari il monitoraggio dei punti nevralgici di Vicenza

È stato attivato il collegamento del comando provinciale dei carabinieri di Vicenza con il sistema di videosorveglianza comunale della città.  A darne l’annuncio martedì mattina, presso la sede di via Muggia, il comandante provinciale, Nicola Bianchi, alla presenza del prefetto Pietro Signoriello, del sindaco Rucco e dei vertici della altre forze di polizia del territorio.

Ampia soddisfazione è stata espressa dal colonello Bianchi, che ha tenuto a ringraziare l’amministrazione comunale vicentina per la disponibilità evidenziata, concretizzatasi anche nell’impegno economico pari a circa 13.000 euro, che ha consentito di realizzare il progetto. Bianchi ha voluto, poi, rimarcare l’importanza strategica dell’iniziativa "dal momento che l’accesso alla cospicua rete di telecamere ubicate nei punti nevralgici del territorio comunale non può che rappresentare un valore aggiunto nella quotidiana attività svolta dall’Arma in città, tanto in campo preventivo che in quello di contrasto alla criminalità". 

"Con questo intervento – ha precisato il sindaco Francesco Rucco – andiamo a colmare una lacuna a cui nessuno aveva pensato, ovvero dare la possibilità anche all'Arma dei Carabinieri di poter visionare le immagini delle 103 telecamere posizionate su tutto il territorio che attualmente erano a disposizione di Polizia Locale e Polizia di Stato. Si tratta di uno strumento condiviso che gioverà sicuramente alla già ottima collaborazione in essere tra il comando di via Soccorso Soccorsetto e i Carabinieri, nell'ottica di azioni sinergiche sempre più proficue. Un investimento che intendiamo proseguire anche con l'implementazione del numero delle telecamere su tutte le zone sensibili e con la volontà di portare a termine, al più presto, il progetto dedicato al Targa System dopo le prime tre telecamere già installate grazie ad un finanziamento regionale”.

Come ha sottolineato il colonnello Bianchi, questa iniziativa è strategicamente importante perché rappresenta un valore aggiunto nell'attività dell'Arma in città, sia in ottica di prevenzione che di contrasto alla criminalità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Franco Picco alla Dakar 2021: è leggenda

  • Franco Picco alla Dakar: la zampata finale del leone

  • Riapre il bar per protesta, multa al titolare e a 17 clienti

  • Pestano a sangue due guardie zoofile: «È stata una spedizione punitiva»

  • Coronavirus, 8 decessi nel Vicentino: muore una 58enne

  • Nuovo Dpcm, allo studio divieto d'asporto dopo le 18: per il Veneto più facile l'entrata in zona rossa

Torna su
VicenzaToday è in caricamento