Attualità

Scuola in presenza No dad, nuova mobilitazione di piazza

"Noi genitori ci sentiamo in dovere di difendere i diritti e la salute psicofisica dei nostri figli"

La rete nazionale scuola in presenza torna a mobilitarsi con presidi davanti alle Prefetture o altri luoghi simbolo delle città per ribadire che: "La scuola deve e può essere solo in presenza perchè solo una scuola in presenza può garantire lo sviluppo sano ed armonico per nostri ragazzi, che ricordiamolo, sono il futuro della nostra comunità".

Mercoledì mattina, 31 marzo, dalle 9.30 alle 12.30, un gruppo di genitori ha manifestato davanti alla Prefettura di Vicenza per chiedere il ritorno alla scuola in presenza per tutti, dunque il ripristino di una necessità essenziale per i nostri ragazzi. Mobilitazione che ha interessato altre città d'Italia come Roma, Milano e Mantova.

"Ancora una volta vengono messe in discussione le sorti della scuola - spiegano - Ancora una volta si decide del futuro dei nostri figli. Infine, ancora una volta noi genitori ci sentiamo in dovere di difendere i diritti e la salute psicofisica dei nostri figli di qualsiasi età, dai bambini del nido agli adolescenti delle superiori.

La mobilitazione si protrarrà anche il 1°, il 2 e il 3 aprile sempre dalle 9.30 alle 12.30.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuola in presenza No dad, nuova mobilitazione di piazza

VicenzaToday è in caricamento