Screening sul personale scolastico: la procedura nelle Ulss 8 e 7

I test sierologici saranno effettuati su base volontaria, presso ambulatori dedicati allestiti in altrettante scuole nel territorio e presso gli studi dei Medici di Medicina Generale

foto Ansa

Prenderà il via ufficialmente lunedì 24 agosto lo screening per il Covid-19 dedicato al personale docente e non docente delle scuole di ogni ordine e grado, pubbliche e private, nel territorio dell’ULSS 8 Berica: potenzialmente, l’iniziativa riguarda un bacino di circa 10 mila persone.  Lo screening sarà effettuato tramite test sierologico e sarà su base volontaria e gratuito. 

In conformità con le linee guida regionali, i lavoratori delle scuole pubbliche che desiderano effettuare il test potranno fare riferimento direttamente al proprio Medico di Medicina Generale, che provvederà a fissare un appuntamento presso il proprio ambulatorio. Va precisato tuttavia che l’adesione da parte dei medici di famiglia è su base volontaria: quelli che non aderiscono all’iniziativa indirizzeranno i propri assistiti ai 5 ambulatori allestiti dell’ULSS 8 Berica con il proprio personale. 

Secondo il piano messo a punto dall’ULSS 8 Berica e dall’Ufficio Scolastico Territoriale di Vicenza, le 5 postazioni saranno collocate presso altrettante strutture scolastiche nel territorio: a Vicenza presso le scuole medie “Mainardi” (via Mainardi, 14) e “Calderari” (via Legione Antonini, 186), a Montecchio Maggiore presso l’Istituto di Istruzione Superiore Ceccato (piazzale Collodi, 7 ad Alte di Montecchio Maggiore), a Valdagno nell’Istituto Comprensivo 2 (via Lungo Agno Manzoni, 17) e a Barbarano presso l’ex Distretto (via Giovanni XXIII a Ponte di Barbarano).

Per tutte l’orario di apertura sarà dalle 8.00 alle 14.00, con accesso diretto secondo un calendario predefinito per il personale di ogni istituto. Tale calendario è stato fornito dall’ULSS 8 Berica sia agli istituti scolastici, che li comunicheranno al proprio personale, sia ai Medici di Medicina Generale.

Il personale delle scuole paritarie, invece, potrà rivolgersi direttamente agli ambulatori presso le scuole Mainardi e Calderari di Vicenza, secondo un calendario già fornito agli istituti interessati.

Come noto, il test sierologico consiste nel prelievo di una goccia di sangue capillare (mediante una piccola puntura sul dito) che viene poi fatta reagire per la ricerca degli anticorpi specifici. Dopo il test la persona potrà immediatamente rientrare a casa, naturalmente senza alcun vincolo di isolamento. 

Per chi dovesse risultare positivo al test sierologico, l’ULSS 8 Berica ha predisposto un percorso veloce per l’effettuazione del tampone nasofaringeo (entro le 24 ore o comunque non oltre le 48 ore); solo in questo caso, dunque se il sierologico risulta positivo e in attesa dell’esito del tampone, la persona interessata dovrà rimanere in isolamento domiciliare fino alla comunicazione del risultato. 

«Come azienda socio-sanitaria - ricorda Giovanni Pavesi, Direttore Generale dell’ULSS 8 Berica - questo screening rappresenta un fronte di impegno molto rilevante, considerando che sono ben 10 mila i lavoratori della scuola potenzialmente coinvolti nel nostro territorio. Abbiamo messo in campo risorse importanti, studiando allo stesso tempo una procedura il più semplice possibile per i partecipanti».

ULSS 7 PEDEMONTANA

Per fissare l’appuntamento, i dipendenti scolastici possono chiamare il numero 0444 914831 per il Distretto 1 e 0444 914830 per il Distretto 2; entrambi i numeri saranno attivi fino al 4 settembre, dal lunedì al sabato dalle 9.00 alle 14.00. Per la prenotazione è necessario fornire al Call Center pochi semplici dati: nome cognome, data di nascita, recapito telefonico.  La comunicazione ufficiale è già stata inviata alle scuole del territorio e nelle prime due giornate di attività del Call Center sono state quasi 500 le richieste già ricevute da parte del personale scolastico. 

I test saranno effettuati da personale sanitario dell’ULSS 7 Pedemontana dal lunedì al venerdì in orario pomeridiano in quattro postazioni: per il Distretto 1 presso la sede di Distretto a Marostica e presso l’Ospedale di Asiago; per il Distretto 2 nei Punti Prelievi presso la Casa della Salute a Schio e al Centro Sanitario Polifunzionale di Thiene.  Come noto, il test sierologico consiste in un prelievo di una goccia di sangue capillare (una piccola puntura sul dito) che viene poi fatta reagire per la ricerca degli anticorpi specifici; il risultato del test è disponibile dopo 10 minuti. Nel caso di riscontro di positività del test sierologico, sarà effettuato il tampone nasofaringeo e la persona interessata dovrà rimanere in isolamento domiciliare fino alla comunicazione del risultato. Quest’ultimo sarà comunicato telefonicamente direttamente all’interessato dal Servizio Igiene Sanità Pubblica del Dipartimento di Prevenzione.

Per il personale che prenderà servizio successivamente all’inizio dell’anno scolastico, i test saranno effettuati prima dell’effettiva entrata in servizio previa richiesta al numero 0445/389171, dalle ore14.00 alle 16.00, oppure tramite e-mail a screening.scuole@aulss7.veneto.it «Sappiamo tutti che il tema della riapertura delle scuole è fondamentale - commenta il dott. Bortolo Simoni, Commissario dell’ULSS 7 Pedemontana -. Per questo motivo ci siamo già attivati, con la raccolta delle prime prenotazioni, e lunedì inizieremo lo screening vero e proprio, con un duplice obiettivo. Il primo ovviamente è individuare eventuali casi di positività asintomatici, prima che entrino in contatto con alunni e colleghi. Non meno importante però è anche l’altro obiettivo, ovvero contribuire a rasserenare le famiglie e il personale scolastico in un momento così delicato».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel programma potranno essere anche coinvolti i Medici di Medicina Generale che decideranno di aderire all’iniziativa, secondo l’accordo stipulato a livello nazionale tra le organizzazioni dei Medici e il Ministero della Salute.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dove gustare il miglior gelato: le top gelaterie di Vicenza e provincia

  • Al Palladio aprirà un cinema: il video della nuova sala super lusso

  • Anziano pestato in periferia, l'ira di Presidio Vicenza

  • Alunna positiva al Covid-19, scatta il protocollo: classe in quarantena

  • Vasto incendio alla ditta di stoccaggio rifiuti: è il secondo in pochi mesi / VD

  • Breganze, la Polizia locale trova il nascondiglio delle mountain bike rubate

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VicenzaToday è in caricamento