Attualità Marostica

Uno scontrino per la scuola: in "palio" materiale didattico per un valore di 3mila euro

Acquisti negli esercizi commerciali di Marostica aderenti per sostenere il materiale didattico delle scuole del comprensorio, a partire dalle spese natalizie

 Al via a Marostica la prima edizione dell’iniziativa “Uno scontrino per la scuola”. Il progetto, nato nell’ambito del Distretto del Commercio e rivolto alle scuole di Marostica, è promosso da Confcommercio Marostica e Comune di Marostica in collaborazione con Comitato Genitori Istituto Comprensivo, Associazione genitori Marostica, Lions Club Marostica, Confartigianato Marostica e Fondazione  Banca Popolare di Marostica Volksbank.

Per questa prima edizione sono state coinvolte tutte le undici scuole del territorio comunale.  Bambini, genitori, nonni e amici sono quindi invitati a fare acquisti presso i negozi e le varie attività aderenti all’iniziativa, a conservare lo scontrino e portarlo a scuola depositandolo in un’apposita urna. Saranno ritenuti validi gli scontrini raccolti nel periodo da dicembre 2019 al 20 aprile 2020. 

Al termine del concorso verranno ritirate le urne, contati gli scontrini validi (periodo di riferimento e negozi aderenti all’iniziativa) e verrà stilata una graduatoria tra le scuole che avranno raccolto il maggior numero di scontrini in proporzione al numero di alunni. In base alla graduatoria, in occasione della premiazione, verrà regalato alle scuole materiale didattico per un valore complessivo di 3.200 euro.

“Si tratta di una delle prime iniziative del Distretto del Commercio, coordinate dal nostro manager Nicola Minelli” spiega l’assessore alle attività produttive Ylenia Bianchin “Siamo particolarmente orgogliosi del progetto che abbraccia diverse realtà economiche ed istituzioni, ma che soprattutto, oltre a beneficiare le attività commerciali, premia il mondo della scuola: un circolo virtuoso che tutti sono incentivati ad alimentare”.

“Uno scontrino per la scuola è la dimostrazione che il modo migliore per operare è la collaborazione” le fa eco Mara Dalla Rosa, consigliere delegato per la scuola“Alla luce di un progetto ben strutturato, è  stato facile mettere in comunicazione il mondo della scuola con il tessuto economico cittadino. Tutti i soggetti sono stati ben felici di partecipare all’operazione”.

“In questo periodo di difficoltà per il commercio, questa sinergia scuola-famiglia-attività economiche porta a sensibilizzare i ragazzi all’importanza del ruolo dei negozi cittadini, che rappresentano la storia della città e sono luoghi di scambio e di socialità” dichiara la presidente di Confcommercio Marostica Marisa Lunardon “Confidiamo che la lista dei commercianti partecipanti si ampli ancora di più e che sia la prima di tante edizioni”.

“In questi mesi abbiamo lavorato a diversi progetti” spiega il manager del Distretto di Marostica Nicola Minelli “Quello dello scontrino è una replica di felici esperienze già collaudate. Non è un invito al consumismo, ma ad un consumo responsabile di prodotti e servizi utili che vivono nel territorio”.

Al momento sono oltre 44 i negozi e le attività che hanno aderito all’iniziativa permettendo di raggiungere il montepremi attualmente disponibile. Per le altre attività che intendono aderire è possibile contattare Confcommercio Marostica e Confartigianato Marostica: più saranno gli esercizi aderenti, maggiore sarà il montepremi donato alle scuole. A breve verrà pubblicato sulla pagina Facebook “Restate a Marostica” l’elenco dei punti vendita e delle attività aderenti e tutte le informazioni sull’iniziativa.

Si tratta di una operazione che promuove l’importanza dei negozi e delle attività di vicinato che contribuiscono a tenere vivo il centro cittadino e, nello specifico, intendono aiutare le scuole del territorio, consentendo ai bambini di Marostica di ricevere materiale didattico utile alla loro formazione. Per i cittadini marosticensi si tratta di “buon motivo in più” per fare i propri acquisti presso gli esercizi commerciali cittadini aderenti, a partire dai prossimi acquisti natalizi, dai saldi e perché no, quotidianamente con il caffè e la colazione!

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uno scontrino per la scuola: in "palio" materiale didattico per un valore di 3mila euro

VicenzaToday è in caricamento