rotate-mobile
Attualità

Conduttrice "alla gogna" per frase a sfondo razzista: "Verrai anche tu a cercare lavoro in pianura"

Le parole di Sara Pinna, nel post partita Cosenza - Lr Vicenza, che ha decretato la retrocessione dei biancorossi, hanno infiammato l'opinione pubblica

"Non ti preoccupare che venite anche voi in Pianura a cercare qualche lavoro", sono le parole che Sara Pinna, conduttrice di Tva Vicenza, ha rivolto ad un bambino durante la diretta del post partita finito in malo modo per il Lr Vicenza, retrocesso in serie C.

Il fatto è accaduto una settimana fa ma continua ad essere attuale in rete e fonte di dibattito.

Durante il collegamento dell'inviato Delta tv veneta, un tifoso del Cosenza con in braccio il figlio si è avvicinato esprimendo la sua euforia per la vittoria della formazione calabra tanto che il bimbo, sostenuto dal padre, ha dichiarato: "Lupi si nasce".

Parole che hanno urtato la conduttrice la quale ha risposto con una frase alquanto discutibile: "E gatti si diventa. Non ti preoccupare che venite anche voi in pianura a cercare qualche lavoro".

La riposta della rete

"Siparietto" che ha spaccato l'opinione pubblica, specialmente nei dibattiti in rete. Sull'accaduto è intervenuto duramente anche il giornalista Gabriele Parpiglia che ha condiviso un post altrettanto piccato chiamando "questa tale" la conduttrice: "per non offendere chi fa questo lavoro da professionista". Tra i commenti a sostegno delle parole di Parpiglia anche Ringo dj: "Che professionista senza stile e maleducata".

L'intervento dell'Ordine dei giornalisti

Nella mattinata di lunedì è intervenuto anche l'Ordine dei giornalisti del Veneto che in una nota ha precisato: "La frase a sfondo razzista pronunciata durante la trasmissione trasmissione Terzo Tempo – Diretta Biancorossa, dell’emittente veneta TVA, e il successivo commento dallo studio, sono stati segnalati a più riprese all'Ordine dei Giornalisti del Veneto. Il video della trasmissione è stato acquisito stamattina e verrà trasmesso, nei prossimi giorni, ai Consigli di Disciplina Territoriali, che istruiranno le pratiche".

"L'Ordine dei Giornalisti del Veneto - concludono - richiama al rispetto della carta deontologica, in particolare alla tutela della dignità delle persone, alla tutela del diritto alla non discriminazione e ai doveri in tema di informazione sportiva, che condannano gli atteggiamenti minacciosi, scorretti, razzistici".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Conduttrice "alla gogna" per frase a sfondo razzista: "Verrai anche tu a cercare lavoro in pianura"

VicenzaToday è in caricamento