rotate-mobile
Domenica, 29 Gennaio 2023
Attualità Arzignano

Se hai buoni voti a scuola, il patentino dello scooter te lo paga il Comune

E' l'iniziativa lanciata dall'Amministrazione comunale di Arzignano. "Vogliamo lanciare un messaggio positivo, basato sul merito e sul rispetto delle regole", spiega il sindaco

Sono 112 gli alunni di Arzignano che beneficeranno dell’iniziativa promossa dall’assessorato alla sicurezza per il pagamento del patentino dello scooter, rivolta, però, solo a chi ha avuto un buon voto in condotta nella pagella scolastica.

Un requisito, quello del merito scolastico e della buona condotta, voluto dal sindaco e dall'assessore per trasmettere un messaggio educativo importante: viene premiato chi se lo merita e le regole vanno rispettate in strada come in classe.

I requisiti per la concessione del rimborso sono la residenza ad Arzignano, un'autocertificazione dei genitori che attesta l'aver sostenuto gli esami nell’anno 2018 per il conseguimento della patente AM e il conseguimento della licenza media nell’anno 2018/2019 con un voto di condotta meritevole come da indicazioni dell’Istituto Scolastico (requisito quest’ultimo, del quale se ne è ritenuta l’opportunità d’inclusione, al fine di infondere nei ragazzi il giusto valore del corretto comportamento, dapprima all’interno della scuola e poi in ogni ambito ed aspetto della vita e delle relazioni sociali, per il raggiungimento del proposito finale di sensibilizzare il senso civico dei giovani);

"In questo momento, dove bullismo e mancanza di educazione spesso sono le cause di spiacevoli episodi, come Comune vogliamo lanciare un messaggio positivo, basato sul merito e sul rispetto delle regole", spiega il sindaco Alessia Bevilacqua. "Rispettare le regole non solo nella strada, ma anche nella vita, in famiglia e nella scuola. Sicurezza stradale, Educazione e Merito, queste le parole d'ordine", conclude il vice sindaco Enrico Marcigaglia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Se hai buoni voti a scuola, il patentino dello scooter te lo paga il Comune

VicenzaToday è in caricamento