menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Motorino gettato nella spazzatura, il Comune: "In quella zona abbiamo fatto 6 verbali in un anno"

Il bilancio sulle azioni di contrasto al "rifiuto abbandonato" dell'amministrazione vicentina. In un anno 117 multe in tutta la città

Si chiama "ecosensibilità". In molti casi, cittadini che ce l'hanno si fanno degli scrupoli perché magari hanno messo il guscio di un uovo dentro al sacchetto del secco. La fotografia della realtà di Vicenza è però diversa. In quasi tutti i quartieri le "isole ecologiche", cioè quegli spazi adibiti alla raccolta dei rifiuti, i cassonetti traboccono. Le segnalazioni in questo senso sono continue. Ma non c'è bisogno di leggerle. Basta fare un giro in qualsiasi quartiere di Vicenza.

Lo strabbocamento dei rifiuti non è però l'unico problema. Materassi, sedie, lavandini, per farla breve rifiuti "speciali" che si dovrebbero finire in ricicleria, sono più che comuni nei pressi delle "isole ecologiche". Al punto che nessuno potrebbe nemmeno troppo scandalizzarsi del fatto che in via Torino, dove lunedì 1 febbraio, è stato trovato un ciclomotore abbandonato. Anzi "gettato" naturalmente privo di targa, nella spazzatura. Qualcuno è uscito da casa, dicendo "vado a buttare la spazzatura" e non ha buttato le bottigle nel vertro e il sacchetto dell'umido. Non ha nemmeno buttato un televisore. Questa volta ha buttato un motorino. 

Il ciclomotore è stato poi rimosso e sottoposto dalla polizia municipale agli accertamenti del caso. Il Comune di Vicenza fa sapere, attraverso un comunicato stampa, che  "In via Torino sono stati effettuati nel corso del 2020 cinque controlli che hanno portato a sei verbali elevati per violazione dell’ordinanza sui rifiuti. Le sanzioni accertate sono state una per errata differenziazione dei rifiuti (225 euro) e 5 per abbandono di rifiuti all’esterno dei cassonetti (300 euro) per un totale di 1.725 euro", specificando che  "La videosorveglianza risulta il metodo di controllo più utilizzato, al quale si affianca l’azione delle pattuglie della polizia urbana".

L'assessore all'ambiente Simona Siotto rassicura: «Via Torino viene costantemente monitorata il sistema di videosorveglianza è attivo e ha la funzione fondamentale di deterrente nei confronti dei comportamenti scorretti», ringraziando inolte i cittadini residenti nella zona che con le loro segnalazioni "si tramutano in verbali".

In attesa dunque del settimo verbale, questa volta per "scorretto conferimento di motorino", l'amministrazione cittadina rende noto il numero di verbali scattati nell'intera città nel 2020 per violazione dell'ordinanza sui rifiuti: "sono stati 117, a fronte degli 82 del 2019, nonostante i due mesi di stop (zero sanzioni) a marzo ed aprile per l'emergenza Coronavirus. Sono state 84 le sanzioni per rifiuti abbandonati fuori dai cassonetti (300 euro), 28 per errata modalità di conferimento (50 euro) e 5 per non corretta separazione (225 euro) per un totale di 27.725 euro".


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Amici 2021, ecco i nomi dei finalisti: le anticipazioni

Ristrutturare

Tutte le informazioni sul Superbonus 110% infissi e finestre

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VicenzaToday è in caricamento