Rifiuti, mal conferimento e abbandono: multe per oltre 20mila euro in città

Il bilancio dei primi otto mesi dell'anno. Gli incivili sono stati rintracciati grazie al sistema di videosorveglianza mobile e ai controlli con personale in borghese

(foto di archivio)

Nei primi otto mesi del 2020, da gennaio ad agosto, i verbali staccati per violazione dell'ordinanza sui rifiuti sono stati 90 per un importo complessivo di 20.875 euro, a fronte degli 82 del 2019, nonostante i due mesi di stop (zero sanzioni) a marzo ed aprile per l'emergenza Coronavirus.

Sono state 62 le sanzioni per rifiuti abbandonati fuori dai cassonetti (300 euro), 23 per errata modalità di conferimento (50 euro) e 5 per non corretta separazione per un totale di 20.875 euro.

“L'abbandono dei rifiuti è un comportamento incivile e di degrado urbano che nuoce a noi stessi oltre che al luogo in cui viviamo – ha dichiarato l'assessore con Delega all'ambiente – Vogliamo tutti una città pulita, soprattutto in un momento delicato come questo, dove l'attenzione all'igiene è un dovere di tutti. Ancora una volta ci appelliamo al senso civico e di responsabilità nella cura del nostro territorio. Amare la propria città significa innanzitutto rispettarla. Continueremo a reprimere i comportamenti scorretti per riuscire ad avere una città più pulita e ordinata”.

Il contrasto all'abbandono dei rifiuti è sempre più una priorità per l'amministrazione comunale: lo testimoniano i dati sulle sanzioni per scorretto conferimento che hanno registrato un aumento rispetto allo scorso anno grazie all'attività di controllo e repressione di Aim Ambiente e polizia locale con l'ausilio di personale in borghese, di auto civetta e del sistema di videosorveglianza mobile. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per tenere sotto controllo isole ecologiche o aree di scarico abusivo, individuate anche grazie alle segnalazioni (possibili anche via web app sul sito https://www.aimambiente.it/it/segnalazioni) dei cittadini, la polizia locale utilizza, infatti, telecamere mobili nascoste nei pressi della zona da controllare. In tal modo è possibile risalire ai responsabili degli abbandoni a terra di rifiuti o di materiali ingombranti. Altri controlli sono eseguiti, poi, da personale in borghese.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dove gustare il miglior gelato: le top gelaterie di Vicenza e provincia

  • Al Palladio aprirà un cinema: il video della nuova sala super lusso

  • A Vicenza la pizza d'oro più costosa d'Italia

  • Anziano pestato in periferia, l'ira di Presidio Vicenza

  • Vasto incendio alla ditta di stoccaggio rifiuti: è il secondo in pochi mesi / VD

  • Breganze, la Polizia locale trova il nascondiglio delle mountain bike rubate

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VicenzaToday è in caricamento