menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(Foto di archivio)

(Foto di archivio)

Il Punto Vaccini trasloca alla Marzotto

Partite le convocazioni per le prime somministrazioni ai nati nel 1938

Sono partite oggi, venerdì 5 marzo, le lettere che invitano alla prima vaccinazione i nati nel 1938, ma con una novità. La convocazione, infatti, non sarà più presso i locali della nuova palestra di Via Volta, bensì all'interno della sede centrale di Marzotto Group in Largo Santa Margherita, sempre a Valdagno.

"Nell'utilizzo della palestra di via Volta da parte delle scuole e delle società sportive sono emerse, almeno per parte della settimana - spiega il Sindaco di Valdagno, Giancarlo Acerbi - alcune criticità in rapporto alle esigenze logistiche dell'azienda sanitaria. Appurato l'interesse da parte di tutti gli attori ad assicurare il presidio vaccinale valdagnese, abbiamo studiato le possibili soluzioni alternative. Dopo aver scartato altre palestre comunali a causa delle dimensioni ridotte o di un'accessibilità limitata, abbiamo proposto la cosa all'AD di Marzotto Group, Davide Favrin, il quale l'ha subito accolta dando la disponibilità completamente gratuita dei locali. Così, dopo un sopralluogo dei tecnici del Comune e dell'Ulss, la Regione e l'Ulss stessa  hanno dato il via libera a questa seconda opzione e l'azienda si è data subito da fare per predisporre al meglio gli ampi spazi necessari. Ringrazio infinitamente tutti gli attori interessati, Marzotto Group, Ulss 8 Berica e Regione per la proficua partnership con il nostro Comune."

"Nei mesi scorsi - è il commento del consigliere con delega allo sport, Franco Visonà - abbiamo dovuto gestire con non poca difficoltà le richieste di utilizzo da parte di scuole e società sportive, davanti alla progressiva ripresa delle attività consentita dai nuovi decreti governativi. Abbiamo scelto di dare priorità alla salute pubblica, destinando la nuova palestra a punto vaccini. Ci siamo però trovati di fronte alla prospettiva di dover spostare le attività sportive per almeno buona parte della restante stagione, con possibile aumento dei costi anche a carico del Comune. La disponibilità di Marzotto Group ci permette così di rispondere ad entrambe le esigenze. Le società sportive sono già state avvisate della ripresa degli allenamenti già a partire dalla prossima settimana."

Le classi 1940 e 1941, dopo la somministrazione della prima dose di vaccino a Valdagno riceveranno la seconda dose presso il punto vaccini di Trissino. La classe 1939, invece, dovrà sottoporsi ad entrambe le somministrazioni a Trissino, mentre dal prossimo 22 marzo con la classe 1938 si potranno riprendere le vaccinazioni anche a Valdagno.

“Questa soluzione - commenta la dott.ssa Maria Giuseppina Bonavina, direttore Generale dell’ULSS 8 Berica - rappresenta un buon esempio di collaborazione tra ULSS, Amministrazione Comunale e impresa privata. Un’alleanza virtuosa che ci consente di soddisfare tutte le esigenze, a partire da quella di accogliere i cittadini in una sede di vaccinazione assolutamente spaziosa e accogliente. Ringrazio dunque Marzotto Group per la disponibilità e la sensibilità che ha dimostrato”.

“Il Gruppo Marzotto è da sempre sensibile alle esigenze delle comunità nelle quali è presente con i propri stabilimenti - afferma Davide Favrin, Amministratore Delegato di Marzotto Group - comunità di persone che negli anni hanno dato molto all’azienda, contribuendo ad una grande storia di successo. Mettere a disposizione i nostri locali a supporto del piano vaccinale, qui a Valdagno, è per noi un modo per dare un contributo concreto al lavoro degli Enti coinvolti nelle complesse attività di vaccinazione, in un momento estremamente difficile per tutti noi.”

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Ci sarà una super luna rosa ad aprile

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VicenzaToday è in caricamento