Presidio in Campo Marzo: raffica di sanzioni in 10 giorni

Il bilancio dal 24 agosto, 62 multe, lunedì le ultime cinque. Sindaco Rucco: “Numeri che dimostrano l'utilità di questo nuovo servizio”

Cinque uomini sono stati sanzionati ieri pomeriggio dalla polizia locale in Campo Marzo per consumo di bevande alcoliche in area pubblica, nell’ambito dei controlli effettuati dal presidio attivato lo scorso 24 agosto per volere del sindaco Francesco Rucco, in concomitanza con il luna park della Festa dei Oto.

Verso le 15.30, in collaborazione con i colleghi addetti alla visione delle immagini trasmesse al comando di contra’ Soccorso Soccorsetto dalle telecamere che sorvegliano Campo Marzo, la pattuglia in servizio ha staccato il primo verbale da 50 euro a carico di un cittadino romeno, e subito dopo, nei pressi del parco giochi, a carico di quattro stranieri di origine africana.

In loro compagnia c’era un altro uomo, che, in quanto privo di documenti, è stato accompagnato al comando di contra’ Soccorso Soccorsetto per l’identificazione con fotosegnalamento. Si tratta di un nigeriano di 24 anni senza fissa dimora in Italia, ma – come emerso dai controlli effettuati con gli uffici della questura – titolato alla permanenza sul territorio nazionale in quanto in attesa dell’udienza di convalida o meno del ricorso presentato contro il diniego alla richiesta di asilo politico.

I cinque verbali staccati ieri si aggiungono ai 57 della prima settimana dall’attivazione in via sperimentale, per tre settimane, del servizio della pattuglia della polizia locale, in rafforzamento a quelle esistenti.

Pronti ad intervenire dalle 8 alle 20, dal lunedì al venerdì, in coordinamento con polizia, carabinieri ed esercito, i due agenti sempre presenti a Campo Marzo hanno identificato e-o controllato, tra il 24 e il 31 agosto, 66 persone, e denunciato due persone per rifiuto a declinare le generalità e una persona per resistenza a pubblico ufficiale. Hanno inoltre rinvenuto sette confezioni di stupefacenti (marijuana) ed elevato 32 sanzioni per bivacco nelle aree verdi, 22 per uso di bevande alcoliche, due per mendicità molesta e uno a carico di una persona che aveva urinato in luogo pubblico.

"Numeri – commenta il sindaco Francesco Rucco – che dimostrano l'utilità del presidio e l'attenzione dei nostri agenti che, in stretta collaborazione con tutte le forze dell'ordine impegnate a Campo Marzo, stanno lavorando per permettere a noi vicentini e alle nostre famiglie di tornare a vivere con serenità un luogo a noi caro. Fa parte della nostra tradizione festeggiare la Festa dei Oto a Campo a Marzo, lo facevamo quando eravamo bambini e vogliamo continuare a farlo con i nostri figli. Ma il lavoro è ancora lungo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Natale e Capodanno: trovato il modo per festeggiare

  • E' in arrivo la Luna del Castoro: ecco quando brilla in cielo

  • L'Emisfero apre i battenti alle Cattane, Cestaro: «Il nostro primo pensiero è stato ai dipendenti»

  • Qualità della vita, Vicenza agguanta il podio: terza città a livello nazionale, prima del Veneto

  • Piogge e qualche fiocco di neve: welcome december

  • Coronavirus: cos'è il saturimetro e perchè potrebbe salvarti la vita

Torna su
VicenzaToday è in caricamento