Lupo sull'Altopiano, interviene la Lav: "Servono recinzioni non allarmismi"

La presidente della sezione vicentina ha fatto alcune riflessione in merito agli ultimi episodi di predazione avvenuti in provincia: "è necessario utilizzare gli strumenti di prevenzione"

"La recente predazione di alcune manze e di un asino sull’Altopiano di Asiago, ancora una volta diventano occasione per fomentare inutili paure e preoccupazioni tra i cittadini". È questo il pensiero espresso dalla Lav di Vicenza che punta l'accento su come certe situazioni si sarebbero potute evitare solo se gli animali fossero stati custoditi adeguatamente, magari all’interno di recinzioni elettrificate, oppure custoditi all’interno di uno stabile. 

“I lupi sono oramai tornati sul territorio per restarci – dichiara Piera Costa, responsabile Lav di Vicenza - è perciò necessario utilizzare gli strumenti di prevenzione delle predazioni che favoriscono la convivenza evitando di farsi prendere da paure irrazionali”. 

"Il fatto che le predazioni avvengano vicino alle case non rappresenta certo un evento eccezionale né tantomeno preoccupante - spiega Costa - Anche se, spesso, i media riportano queste notizie richiamando ipotetici rischi per la sicurezza dei cittadini, l’avvicinarsi dei lupi alle case non ha nulla di eccezionale. Si tratta di animali alla ricerca di cibo e nuovi territori da colonizzare e per loro non fa differenza passare vicino a un albero, a una roccia o a una casa. Ciò che veramente è causa di disturbo e di forte preoccupazione per i lupi, siamo noi umani: la sola vista di un bipede scatena nei lupi la rapida e istintiva fuga verso zone più sicure". 

"Lo dimostra proprio quanto affermato dallo stesso proprietario dell’asino - sottolinea - il quale racconta che appena uscito di casa è riuscito a far scappare tre lupi, confermando ancora una volta, se fosse necessario, che per i lupi la paura di noi umani è più forte della fame". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Ora è necessario che le istituzioni locali dell’Altopiano si impegnino fortemente per far capire ai cittadini la necessità di custodire i propri animali - conclude - in parallelo devono anche procedere nei confronti della Regione e dell’assessore Giuseppe Pan, pretendendo forniture di recinzioni elettrificate e altri sistemi di prevenzione, unici strumenti che possono evitare la predazione degli animali, favorendo allo stesso tempo la serenità dei cittadini".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La proposta di Sergio Berlato: «Chi interrompe caccia e pesca andrebbe trattato da terrorista»

  • Coronavirus: il cibo per rafforzare il sistema immunitario

  • Torna l'ora solare, quando vanno spostate le lancette

  • Coronavirus, Zaia: "Curva in aumento ma c'è un nuovo soggetto Covid: asintomatico"

  • Obbligo di pneumatici invernali o catene: quando, dove, l'importo delle multe

  • Coronavirus, si va verso il coprifuoco alle 22 in tutta Italia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VicenzaToday è in caricamento