menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ordinanza anti degrado: sanzioni da 400 euro per chi consuma sostanze stupefacenti

Si tratta di un provvedimento straordinario, in vigore fino al 30 ottobre, che permetterà alla Polizia locale di intervenire contro il microspaccio in città fin da subito, senza attendere la modifica in consiglio comunale del regolamento di polizia urbana

Mercoledì mattina il sindaco Rucco ha firmato un'ordinanza con la quale vieta, a qualsiasi titolo e finalità, di consegnare o ricevere, tenere con sé, utilizzare od esibire sostanze stupefacenti o psicotrope nonchè di abbandonare cose utilizzate o utilizzabili per la preparazione di sostanze stupefacenti, in diverse strade, vie, piazze od aree del territorio comunale: non solo in prossimità del centro storico ma anche di Campo Marzo, Parco Fornaci, via Gandhi, Adenauer e nelle aree limitrofe a istituti scolastici e universitari, strutture sanitarie, fiera, luoghi cultuirali, monumentali e di culto.

Chiunque viola il provvedimento sarà punito con una sanzione amministrativa pecuniaria da 25 a 500 euro, il cui importo in misura ridotta è fissato in 400 euro, oltre che con con la sanzione amministrativa accessoria della confisca, previo sequesto amministrativo, della sostanza stupefacente. 

"Oggi ho firmato un'ordinanza che ritengo essere molto importante perchè va a sanzionare, con 400 euro di multa, anche chi va ad acquistare o chi consuma sostanze stupefacenti in diterminate zone della città, comprese aree adiacenti alle scuole - ha dichiarato il sindaco Francesco Rucco  -. I numerosi interventi di questi giorni da parte del Nucleo operativo Speciale della polizia locale attraverso le telecamere, evidenziano che chi acquista e consuma droga non è solo il tossicodipendente abituale, ma molto spesso sono anche normali cittadini e minorenni, quest'ultimi magari all'insaputa dei genitori che ora saranno così informati e potranno agire di conseguenza. Si tratta di un'ordinanza che ci era stata sollecitata dai cittadini e dai vari comitati di quartiere, condivisa con il comitato provinciale Ordine e Sicurezza e già attuata con successo dal Comune di Treviso. Sanzioniamo chi si droga e con i proventi, che restano al Comune, investiamo in sicurezza”.

Il provvedimento firmato mercoledì mattina dal sindaco, sulla scorta di varie segnalazioni da parte dei cittadini e numerosi interventi della Polizia locale, rientra nell'ambito delle misure per contrastare il degrado in città, ultima delle quali, in ordine cronologico, l'ordinanza sottoscritta lo scorso 24 giugno sul divieto di stazionamento sulla scalinata e nel sottoportico di Palazzo Chiericati, su ponte San Michele e lungo i Portici di Monte Berico.

Si tratta di un provvedimento straordinario, in vigore fino al 30 ottobre, che permetterà alla Polizia locale di intervenire contro il microspaccio in città fin da subito, senza attendere la modifica in consiglio comunale del regolamento di polizia urbana.

Il termine di validità dell'ordinanza potrà essere prorogato in attesa della conclusione dell'iter per l'integrazione del regolamento comunale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, i piani per un nuovo lockdown nazionale

social

Tutti pazzi per il Poke, il piatto più amato dai vicentini

Attualità

Nuovo Dpcm nel week end e il rischio lockdown

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VicenzaToday è in caricamento