menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ok dal Governo: dal 18 maggio riaprono ristoranti, parrucchieri,estetisti, stabilimenti balneari

Zaia presenterà il piano per la ripartenza entro la settimana. Nel summit avuto lunedì sera il governo ha dato il via libera per l'apertura completa di bar, ristoranti, negozi, parrucchieri e stabilimenti balneari già dal 18 maggio

Il governo dà il via libera alla richiesta dei governatori su possibili aperture anticipate dal 18 maggio in base ad esigenze territoriali. Le regioni presenteranno il piano riaperture, le linee guida arriveranno da Roma.

Potranno alzare finalmente le saracinesche: parrucchieri, ristoranti, bar, stabilimenti balneari compresi. E' quanto deciso nella riunione di lunedi sera tra il premier Conte, i ministri Francesco Boccia e Roberto Speranza con i governatori: "Questa è una possibilità di cui parliamo da giorni -spiegano da fonti ministeriali- il tutto ovviamente se il dato dei contagi è sotto controllo e nel rispetto dei protocolli Inail e Comitato Tecnico Scentifico sul lavoro".

Aperture il 18 maggio

Queste le decisioni a cui sono giunti ministri e premier Conte dopo il confronto con i Governatori regionali.

Il Governo dovrebbe fornire giovedì o al massimo venerdì le linee guida nazionali elaborate dal comitato tecnico-scientifico, riservandosi - secondo quanto si apprende - la decisione su un'eventuale nuova chiusura futura in base ai dati sanitari.

Luca Zaia, Governatore del Veneto: «Il presidente Conte ha dato alle Regioni la possibilità di presentare un programma di apertura per il 18 maggio, e noi porteremo un piano per la ripartenza totale».

Nel summit avuto nel tardo pomeriggio di lunedì 11 maggio coi Presidenti delle Regioni in videoconferenza il Governo ha dato il via libera per la riapertura completa di bar, ristoranti, negozi, parrucchieri e stabilimenti balneari già dal 18 maggio. 

Fra giovedì e venerdì saranno emanate nuove linee guida nazionali sulla base dei nuovi dati dei contagi. E' quanto emerge, secondo quanto si apprende, durante la videoconferenza con il premier Conte, i ministri Boccia e Speranza e le Regioni.

Nulla cambia invece per quelle attività ad alto rischio assembramento come cinema, teatri, concerti, eventi pubblici e sportivi: non c'è al momento una data per le riaperture. Gli stabilimenti balneari, invece, dovrebbero ripartire a fine mese: sarà decisivo l'indice R0 (erre con zero) rilevato nella settimana tra il 18 e il 25 maggio.

Per piscine e palestre? Dal 18 maggio possono ricominciare gli allenamenti anche in tutti gli altri sport di squadra, sempre seguendo i protocolli. Entro la fine di maggio potranno riaprire tutti gli altri impianti e centri sportivi a partire dalle palestre ma solo seguendo scrupolose linee guida che saranno depositate domani mattina.

E Il Campionato di Calcio? Dalle indicazioni del Comitato tecnico scientifico emerge la linea della prudenza. "Avremo bisogno almeno di un'altra settimana per vedere la curva dei contagi e poi poter decidere sul campionato" spiega il ministro dello Sport, Vincenzo Spadafora. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lotto, raffica di vincite con la stessa combinazione

social

Madame, la giovane di Creazzo stasera al Festival di Sanremo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VicenzaToday è in caricamento