La Nostra famiglia Vicenza: un aiuto a distanza al tempo del Covid

L’associazione, grazie alla disponibilità dei propri professionisti è riuscita a creare una rete di supporto, utilizzando le attuali tecnologie

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di VicenzaToday

E’ proprio strano questo periodo. In poco tempo le nostre certezze, abitudini, qualità della vita sembrano improvvisamente in pericolo. Tutto si ferma e si fermano anche i servizi che permettono alle persone e alle famiglie di abitare con dignità il quotidiano. In questo periodo tra le molteplici criticità vi è anche quella delle famiglie con figli in difficoltà e che a causa dell’interruzione dei servizi si trovano a gestire da sole in casa situazioni complesse sia sotto l’aspetto relazionale ma anche sanitario, riabilitativo ed educativo.

Infatti l’emergenza sanitaria ha costretto l’associazione La Nostra Famiglia, nel rispetto delle disposizioni regionali, a sospendere la maggior parte dei servizi in particolare quelli legati all’attività riabilitativa a ciclo diurno e l’attività ambulatoriale in tutte le sedi del Veneto compresa la sede di Vicenza.

Il rimanere a casa, senza poter uscire mette a dura prova qualsiasi persona, leggiamo in questi giorni quanta fatica costa e l’impegno richiesto nel riorganizzare spazi ed attività. E’ facilmente comprensibile che le persone più fragili soffrano molto di più questa situazione ed una continuativa convivenza con le diverse figure familiari, senza gli adeguati supporti, crea difficoltà nelle relazioni.

Come ben sinterizza Francesca Villanova, infermiera presso La Nostra Famiglia: “In questo periodo sento al telefono diversi genitori, soprattutto mamme di bambini con disabilità, che mi chiedono “aiuto” per rimanere salde in una situazione complessa e di cui non si vede con chiarezza la fine. E’ il sentire intimo di queste madri che cercano la solidarietà profonda di chi lavora nella struttura dove i loro figli trovano “casa”. Noi operatori sentiamo la sofferenza viva e acuta sulla pelle dei “nostri” bambini e delle loro famiglie chiamate a vivere anche questa prova”.

L’associazione La Nostra Famiglia, ha raccolto l’appello delle famiglie e grazie alla disponibilità dei propri professionisti è riuscita a creare una rete di supporto, utilizzando le attuali tecnologie, capace di aiutare le famiglie a sentirsi meno sole.

Infatti la sede di Vicenza ha attivato un supporto e sostegno alle famiglie come evidenzia la dott.ssa Marilena Vecchi, responsabile medico del Centro:" in queste settimane abbiamo lavorato a distanza con diverse famiglie, quelle ritenute da noi più fragili o quelle che spontaneamente ci hanno contattato per richieste di vario genere, contattandole telefonicamente o via mail per avere un riscontro di come stanno vivendo questo tempo, per dare in alcuni casi indicazioni abilitative o garantire il rilascio di documenti urgenti.

L’intenzione è quella di restare accanto alle famiglie, diventare una “voce amica” per i bambini e ridefinire un nuovo modo per garantire la continuità di cura. La sospensione dell’attività riabilitativa non fa venire meno il dovere etico e professionale di garantire la massima continuità di presa in carico e di supporto a pazienti e famiglie che per la tipologia del loro bisogno sono fragili e potrebbero trovarsi in grave difficoltà a gestire anche l’ordinaria quotidianità.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VicenzaToday è in caricamento