Giovedì, 23 Settembre 2021
Attualità

I no green pass spiegano le loro ragioni in prefettura

Un gruppo di docenti contrari al provvedimento di contrasto al coronavirus, voluto dall'esecutivo nazionale, ha fatto sentire la propria voce a palazzo Volpe: poi il sit-in in piazza Biade

Un sit-in degli attivisti non green pass in piazza Biade a Vicenza (foto Marco Milioni)

Ieri 10 settembre nel tardo pomeriggio una quindicina di insegnanti contrari al green pass ha manifestato silenziosamente in piazza Biade a pochi passi da palazzo Volpe. Si tratta di un sit-in durante il quale si è fatto il punto della situazione dopo che in mattinata una delegazione degli stessi manifestanti era stata appunto ricevuta in prefettura. Ai funzionari dell'Ufficio territoriale del governo i docenti hanno spiegato tutte le loro perplessità sul provvedimento ribadendo come questo possa essere fomite «di disagio sociale» fa sapere ai microfoni di Vicenzatoday.it Silvano Caveggion, il docente di fisica dell'Istituto Rossi che alcuni giorni fa aveva espresso le medesime perplessità dopo un incontro con la dirigenza provinciale berica dell'ufficio scolastico regionale ossia l'ex Provveditorato agli studi.

ASCOLTA LA TESTIMONIANZA DI CAVEGGION

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I no green pass spiegano le loro ragioni in prefettura

VicenzaToday è in caricamento