rotate-mobile
Attualità Centro Storico / Contrà XX Settembre

Movida molesta, scatta l'ordinanza: orario ridotto per un bar del centro

Rucco: "Un atto contro il disturbo alla quiete pubblica perché i cittadini hanno il diritto di vivere e riposare tranquilli"

Il primo cittadino di Vicenza firmerà giovedì mattina un'ordinanza per la riduzione temporanea dell'orario di apertura al pubblico di un bar in piazza XX settembre che dovrà chiudere anticipatamente alle ore 20 a partire dalla data di notifica fino al 20 settembre compreso.

Il provvedimento si è reso necessario dopo i numerosi esposti pervenuti nel tempo all'Amministrazione comunale da parte dei residenti del quartiere che hanno spesso lamentato lo stato di disturbo alla quiete pubblica e di degrado urbano in orario notturno, con fenomeni che si sono protratti durante tutto l'anno.

In particolare le segnalazioni riguardavano schiamazzi anche fino alle tre di notte, ubriachezza molestia, abbandono della spazzatura su strade e marciapiedi, risse, l'utilizzo dei cassonetti, dei portici e delle vie laterali come vespasiani e la rottura di oggetti di vetro con il conseguente abbandono di cocci.

In base all'articolo 20 della legge regionale 29 del 2007, il sindaco può disporre con atto motivato a limitazioni degli orari per ragioni di ordine e sicurezza in quanto il gestore di un esercizio pubblico è responsabile del corretto comportamento della clientela, specialmente in orario notturno, e deve vigilare anche sui fatti che avvengono nelle vicinanze del suo locale.

"Ho ritenuto di dover intervenire – dichiara il sindaco di Vicenza – per tutelare i cittadini del quartiere che hanno tutto il diritto di vivere e riposare tranquilli e per contrastare fenomeni di disturbo della quiete pubblica".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Movida molesta, scatta l'ordinanza: orario ridotto per un bar del centro

VicenzaToday è in caricamento