menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

L'addio al prof. Modesto Carli, luminare della ricerca sui sarcomi solidi

Si è spento nella notte tra martedì e mercoledì a Padova, aveva 79 anni

Saranno celebrati sabato 27 marzo alle 10.30, al Tempio della Pace a Padova, i funerali del professor Modesto Carli, uno scienziato "ma soprattutto un grande uomo – commentano Andrea Camporese, a lungo Presidente e Franco Masello -  tra i fondatori della Città della Speranza - capace di trasmettere costantemente tutta la sua umanità".

Il professore è venuto a mancare nella notte tra martedì e mercoledì a Padova, per malattia, aveva 79 anni. Originario di Asiago, nonostante gli studi e la professione lo avessero portato lontano dall'Altopiano è sempre stato legato alla sua terra tanto da dare vita all'Osservatorio Salute Altopiano, associazione da lui presieduta.

Specializzato in Oncoematologia pediatrica, ricercatore a livello mondiale: "É stato un luminare della ricerca sui sarcomi solidi tanto quanto un vero signore sul piano umano, sempre pronto ad aiutare i suoi piccoli pazienti e a confortare le loro famiglie. Visto il rapporto personale – conclude Camporese – mi permetto di dire che è stato anche un grande padre e marito. Sono fiero di averlo conosciuto”.

Modesto Carli, Giuseppe Basso anche lui scomparso di recente e Angelo Rosolen sono state tre figure di enorme importanza per la Fondazione “Città della Speranza”, oltre che per la Scienza. Carli in particolare, nei primi anni ’90 partecipò accanto al professor Zanesco alla realizzazione del reparto di Oncologia Pediatrica dell’ospedale di Padova, dando grande slancio allo studio dell’oncoematologia pediatrica a livello nazionale e mondiale. Aveva infatti compreso chiaramente l’importanza della collaborazione extranazionale. Non a caso sua fu l’idea della creazione del Day Hospital e dell’assistenza domiciliare dei piccoli pazienti oncologici.

É stato a capo di molti progetti europei accanto ad Angelo Rosolen, lavorando con dedizione e amore: “Un gigante della scienza dalla grande umiltà – spiega il professor Giovanni Bisogno, storico collaboratore di Carli - che amava e desiderava condividere le sue conoscenze”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La montagna frana: addio alla guglia Corno

Attualità

Covid-19, contagiata una operatrice sanitaria già vaccinata

social

La Barricata sul Costo è in vendita

Ultime di Oggi
  • Attualità

    La montagna frana: addio alla guglia Corno

  • Attualità

    Coronavirus, diminuiscono i ricoveri ma ancora decessi in Veneto

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VicenzaToday è in caricamento