Attualità

Brillante ricercatore stroncato da malattia, comunità medico-scientifica in lutto

Aveva solo 37 anni. A darne notizia sono i famigliari, straziati dal dolore. Messaggi di cordoglio da tutto il mondo

Lunedì, la città di Vicenza ha salutato una delle sue menti più brillanti: Fabio Bagante, medico chirurgo dell'Azienda ospedaliera Universitaria Integrata Verona, vinto dalla malattia a soli 37 anni.  A darne notizia sono i famigliari, papà Maurizio, mamma Luisa, le sorella Anna con Federico e Francesca con Nadir.

Ricercatore dell'ateneo scaligero, vinse nei mesi scorsi la Kenneth Warren Fellowship grazie al suo lavoro sull'intelligenza artificiale come guida nei tumori epato-bilio-pancreatici A(rtificial neural networks for multi-omics classifications of hepato-pancreato-biliary cancers: towards the clinical application of genetic data). Il vicentino prestava servizio nella sezione di Chirurgia generale ed epatobiliare dell’ateneo di Verona, diretta da Aldo Scarpa.

Nel suo studio (pubblicato nell'European Journal of Cancer) Bagante sottolineò come l’utilizzo dell’intelligenza artificiale nell’ambito dei tumori epato-bilio-pancreatici potrebbe portare ad una più accurata stadiazione prognostica dei pazienti e alla precisa identificazione di bersagli terapeutici.

In molti hanno voluto ricordare la bella persona che era, il suo animo gentile, il suo modo di infondere tranquillità, un grandissimo esempio di umiltà, forza e coraggio.

"In ricordo di Fabio - scrivono i famigliari sui social - riportiamo i riferimenti della Fondazione Giovanni Celeghin specializzata nella raccolta fondi per la ricerca scientifica sui tumori cerebrali. La Famiglia Bagante ringrazia anticipatamente tutti coloro che volessero aderire"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brillante ricercatore stroncato da malattia, comunità medico-scientifica in lutto

VicenzaToday è in caricamento