Lutto nel mondo dell'imprenditoria vicentina, ci ha lasciato una delle sorelle Ramonda

In molti la ricorderanno per essere una presenza fissa nel punto vendita di Alte Ceccato. Nonostante l'età spesso la si trovava in cassa

Maria Ramonda

"Serenamente si è addormentata nel Signore, dopo una vita dedicata interamente alla famiglia ed al lavoro, lasciando il più caro ricordo della sua bontà e rettitudine. Ciao Maria". Così la famiglia ha dato l'annuncio della scomparsa di Maria Ramonda, l’imprenditrice vicentina nota per aver creato, insieme ai fratelli Ginetta e Giuseppe, la catena di negozi di abbigliamento Sorelle Ramonda si è spenta nella notte tra mercoledì e giovedì.

Era una lady di ferro, una signora che ha dato la vita per l'azienda, la famiglia e la moda. Maria insieme ai fratelli Ginetta e Giuseppe hanno costruito l’impero commerciale delle “Sorelle Ramonda” di Alte Ceccato.

Se ne è andata serenamente all'età di 94 anni. Lascia nel dolore figli, nipoti e quanti l'hanno conosciuta e che ricorderanno per sempre il suo dolce sorriso anche nei momenti difficili.

Anche l’Amministrazione comunale di Montecchio Maggiore ha voluto ricordare la scomparsa di Maria Ramonda: "È grazie a lei se il nome Ramonda sbarcò a Montecchio ed è quindi grazie a lei se da quel lontano 1954 il prestigioso marchio delle 'Sorelle Ramonda' è associato alla nostra città, diventando punto di riferimento per gli acquisti da parte di molte generazioni e varcando per fama anche i confini nazionali. Ci stringiamo attorno ai famigliari e a tutti i collaboratori, sicuri che questa grande avventura all'insegna del commercio di qualità continuerà ancora a lungo".

 Nel 1954 la famiglia Ramonda, abitava a Rosà all'epoca una neonata frazione di Montecchio Maggiore e aveva rilevato un negozio di scampoli e tessuti. Negli anni successivi la scalata al successo che ha portato l’impresa familiare a diventare un impero del commercio con 50 punti vendita e 1.200 dipendenti. 

La storia 

Una straordinaria capacità di idee, intuizioni e lavoro che riesce a concretizzarsi in una impresa di successo.

Oggi il nome delle Sorelle Ramonda è noto in tutta Italia e il loro modo di fare commercio è diventato un modello che ha anticipato i tempi e ha dato impronta a tutta un’epoca con una formula che resiste agli anni e riesce a rinnovarsi e ad avere successo anche in momenti di congiuntura economica, nazionale e internazionale non certo facili.

Cinquant’anni di attività, un cammino fruttuoso oltreché prestigioso, in cui si incrociano le tradizioni e le radici più illuminate del commercio e la vocazione tipica vicentina all’imprenditoria di tipo familiare.

La storia prende le prime mosse negli Anni Trenta. A Rosà, dove era nata Amelia Ramonda, che per dare una mano alla famiglia, mise su una piccola rivendita ambulante. Erano anni di miseria, in casa e fuori c’era quello che c’era, e Amelia vendeva qualche modesto articolo di abbigliamento.

Nel frattempo, nonostante la nascita di otto figli, grazie a uno spirito eccezionale e a una forza di volontà incredibile, riuscì a mettere da parte ciò che serviva per aprire, sempre a Rosà, una bottega. Un locale di pochi metri, ma finalmente un punto vendita fisso. E’ il 1950. E a lei, un po’ alla volta, si affiancano prima le figlie Maria e Ginetta, poi anche il figlio Giuseppe.

Ben presto il piccolo negozio non basta più, e allora, con felice intuito, scelgono di trasferirsi ad Alte di Montecchio Maggiore, che allora viveva grazie alla fabbrica Ceccato ma che aveva tutte le potenzialità per diventare, per la sua posizione geografica, un importante crocevia di comunicazioni.

Nel 1954, al posto del vecchio negozio «Mamma Gigetta» parte il nuovo emporio delle Ramonda . La formula rimane sempre la stessa: scelta, varietà sempre nuova di prodotti, qualità e prezzi convenienti, quella che ancor oggi incontra il favore della gente.

Nel 1975 il negozio si traferisce alle Alte di Montecchio una struttura iniziale di 16 mila metri quadrati, oggi arrivati a 27 mila, con spazi enormi e una successione continua di vetrate.

Ed è una nuova svolta. L’offerta assume dimensioni estesissime, l’assortimento di confezioni e abbigliamento copre tutte le migliori griffes del settore, dalle firme mondiali agli emergenti, cosicché i magazzini di viale Trieste, alle Alte, diventano ogni giorno meta di eserciti di persone che arrivano anche da altre regioni.

Ma il marchio Ramonda non si ferma qui. Nascono altre grosse realtà commerciali in altre aree del Veneto, nel Friuli, in Lombardia, e nel settore alimentare e in quello delle calzature.

A Maria, Ginetta e Giuseppe si affiancano figli e nipoti che portano nuova linfa di idee e di impulso. Come dire: 50 anni travolgenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Roberto Baggio parla per la prima volta della moglie: "Per lei non facile"

  • Coronavirus, Vicenza maglia nera come numero di positivi

  • Ressa per le scarpe Lidl, corsa all'acquisto: esaurite anche a Vicenza

  • Esce di strada con l'auto e muore sul colpo: aveva solo 25 anni

  • La terra di scavo si ribalta, 32enne schiacciato dal mezzo: vani i tentativi di rianimazione

  • Coronavirus, record di casi nel Vicentino: più di 1000 nuovi contagi in poche ore

Torna su
VicenzaToday è in caricamento