rotate-mobile
Domenica, 5 Febbraio 2023
Attualità Bassano del Grappa

Ulss 7, Michele Mongillo è il nuovo direttore dello Spisal

41 anni, Mongillo è originario di Belluno e dipendente dell’azienda socio-sanitaria pedemontana dal 2015

Ha preso servizio oggi, giovedì 1 dicembre, il nuovo direttore dello Spisal dell’Ulss 7 Pedemontana: si tratta del dottor Michele Mongillo, 41 anni, originario di Belluno e dipendente dell’azienda socio-sanitaria pedemontana dal 2015.

Dopo la laurea in medicina e chirurgia all’università degli Studi di Padova, dove ha conseguito anche la specializzazione in medicina del lavoro, il dottor Mongillo ha iniziato la propria carriera come libero professionista, con il ruolo di medico competente e medico autorizzato per importanti realtà produttive del Nord Italia. Quindi il suo ingresso nel servizio sanitario regionale prima in qualità di dirigente medico in Ulss 4 Alto Vicentino, oggi Ulss 7 Pedemontana, presso lo Spisal, poi a Venezia al servizio della Regione del Veneto, dove dal 2020 ha ricoperto l’incarico di direttore dell’Unità Organizzativa “Prevenzione - Sanità Pubblica” presso la Regione Veneto.

Parallelamente, il dottor Mongillo ha conseguito il master universitario di II livello in Organizzazione e Gestione delle Aziende e dei Sevizi Sanitari, all’università cattolica del Sacro Cuore - ALTEMS, e un master universitario di II livello in Epidemiologia presso l’università degli studi di Torino. Inoltre ha svolto attività didattica per la Scuola di Medicina e Chirurgia dell’università di Padova, nei corsi di laurea in Tecniche della Prevenzione nell’Ambiente e nei Luoghi di Lavoro, Fisioterapia e Logopedia. È inoltre autore o co-autore di numerose pubblicazioni scientifiche per riviste scientifiche nazionali e internazionali e ha preso parte in qualità di relatore o moderatore a oltre 40 eventi di formazione e aggiornamento.

«Con questo incarico torno dove ho vissuto la prima parte della mia carriera dopo avere trascorso gli ultimi anni in Regione - commenta Mongillo -. Sicuramente trovo un’azienda cambiata, e anch’io ho una maggiore esperienza, dopo la sfida senza precedenti che tutto il sistema sanitario ha vissuto negli ultimi anni. Ho l’onore e la responsabilità di raccogliere il testimone di due grandi professionisti che mi hanno preceduto alla guida dello Spisal, il dott. Dagazzini e quindi il dott. Vianello, e questo è un ulteriore stimolo per portare avanti questo nuovo incarico con il massimo impegno».

Un incarico che tocca un tema estremamente delicato e di grande attualità, come sottolinea il direttore generale Carlo Bramezza: «Sul fronte della sicurezza sul lavoro è stato fatto moltissimo negli ultimi anni, soprattutto sul fronte della prevenzione, grazie anche ad un approccio di rete che vede oggi gli Spisal, le Associazioni di Categoria e le Organizzazioni Sindacali lavorare insieme, pur nel rispetto dei ruoli di ciascuno. La stessa attività ispettiva condotta dallo Spisal oggi viene svolta non con intento sanzionatorio, ma per offrire alle imprese innanzitutto indicazioni di prevenzione. Nonostante tutto, però, il numero di incidenti che si verificano anche nel nostro territorio rimane elevato: la direzione dello Spisal è dunque un incarico di estrema importanza e grande impegno, anche perché l’unico obiettivo non può che essere una riduzione continua, anno dopo anno, degli incidenti sul lavoro».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ulss 7, Michele Mongillo è il nuovo direttore dello Spisal

VicenzaToday è in caricamento