rotate-mobile
Attualità Bassano del Grappa

Masterchef Italia, Antonio Lorenzon è in finale: un sogno che diventa realtà

Un percorso in crescendo per l'art director bassanese che è ora in lizza per il titolo di miglior cuoco amatoriale nell'edizione numero 9 del cooking show Sky

E' stata una semifinale ricca di emozioni quella andata in onda giovedì sera su Sky. L'art director bassanese Antonio Lorenzon dopo l'enensima sfida ai fornelli con i compagni di avventura Niccolò, Maria Teresa, Davide e Marisa ha staccato il pass per la finalissima a quattro che sarà trasmessa la prossima settimana.

La puntata si apre con la consueta Mistery box che questa anche questa volta sorprende gli aspiranti chef; sotto la cloche, trovano il nulla. Ogni concorrente deve infatti cucinare un piatto diverso, presentato da un ospite speciale, un grande fan degli aspiranti chef.

Antonio cucina il piatto scelto dal compagno Daniel: la paella. I concorrenti hanno 45 minuti di tempo a disposizione per reinterpretate il piatto. "Il sapore è buono, anche se c'è qualche difettuccio", commenta Bruno Barbieri. Considerando lo scarso tempo a disposizione, ha fatto un buon lavoro. Il migliore della prova secondo la giuria è Niccolò. Il suo piatto può "partire da casa e approdare in un grande ristorante", dice Antonino Cannavacciuolo.

Si passa all'Invention test. I concorrenti devono replicare due piatti, che sarà Nicolò ad assegnare: il germano con astice di Bruno Barbieri e le linguine alle vongole dello chef Cannavacciulo. I concorrenti devono eseguire la ricetta stando al passo con gli chef. Nicolò, vincitore della Mistery Box, sceglie di cucinare il Germano con astice, insieme a Maria Teresa e Davide. Antonio e Marisa si dedicheranno alle linguine.  Nicolò, inoltre, può ascoltare i segreti di chef Barbieri per la preparazione. 

Il bassanese lavora bene ma la sua crema di pane risulta troppo densa. "Se vado al ristorante e mi danno un piatto così sono contento", ammette chef Giorgio Locatelli. Tutti i concorrenti superano l'Invention Test e proseguono nella prova presso un importante ristorante stellato. 

E' il momento della prova in esterna: si vola a Parigi. I cinque aspiranti chef lavoreranno nella cucina del ristorante tre stelle Michelin di Yannick Alléno. Marisa, vincitrice dell’ultimo Invention Test, stabilisce le assegnazioni. 

La concorrente sceglie di cucinare la triglia, ad Antonio tocca il dolce.“Antonio è un poeta. E’ uno chef che si diverte lavorando”: il suo dolce riesce molto bene e chef Alléno vede in lui una buona capacità con la pasticceria.

Chef Yannick Alléno sceglie il migliore della prova stellata: Davide che di fatto si aggiudica è la finale, gli altri si sfidano al Pressure Test. I concorrenti rimasti in gara devono dimostrare di possedere estro, tecnica, senso estetico e conoscenza delle materie creando un piatto perfetto usando un unico ingrediente estratto a sorte. Ad Antonio è assegnato il mango. 

Dopo quattro tentativi, il bassabese riesce a realizzare una cialda al mango croccante. Prova che gli permette di conquistare la casacca della finale di MasterChef 9 e raggiunge Davide in balconata. Niccolò invece commette diversi errori durante la sfida finale: è eliminato da MasterChef Italia.

Tutto si deciderà dunque all'ultima prova che sarà trasmessa nella puntata che andrà in onda giovedì 5 marzo.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Masterchef Italia, Antonio Lorenzon è in finale: un sogno che diventa realtà

VicenzaToday è in caricamento