rotate-mobile
Attualità Bassano del Grappa

Masterchef Italia, Lorenzon ritrova lo smalto dell'inizio e ri-conquista i giudici

Dopo una quarta puntata un po' sottotono, il bassanese è tornato ad essere protagonista del ccoking show di Sky. Gli chef ritrovano l'estro e genialità dei suoi piatti

La quinta puntata del cooking show Sky ha visto tra i protagonisti l'art director bassanese che solo qualche giorno prima aveva rischiato l'eliminazione. Ad aprire le danze una Mistery box dalla forma insolita: 10 piccoli ingredienti, dal sapore deciso (telline, lumachine di terra, cosce di pernice, uova di quaglia e molto altro), dovevano  ispirare un piatto da preparare in 45 minuti. La concorrente che si distingue per la complessità di ingredienti trattati è Maria Teresa, Antonio Lorenzon non brilla ma rimane in corsa.

É il momento dell'Invention test, gli chef giudici portano in cucina i loro ingredienti preferiti, attraverso tre frigoriferi personalizzati. Dal tofu di Giorgio Locatelli alle cime di rapa di Antonino Cannavacciulo, passando per la cipolla di Tropea di Bruno Barbieri. A questi si aggiunte un altro frigo con otto ingredienti, ognuno un simbolo dei grandi chef della storia di Masterchef. Dall'uovo di Carlo Cracco all'ananas di Joe Bastianich, passando per il cacao amaro di Igino Massari e altri ingredienti che legano poco fra loro. Maria Teresa assegna i diversi ingredienti dei quattro frigoriferi agli avversari, scegliendo anche quello per sé.

Giada, Giulia, Nicolò, Andrea affrontano gli ingredienti presenti nella spesa di chef Locatelli; Maria Teresa, Gianna, Milenys e Davide devono utilizzare gli ingredienti di chef Cannavacciuolo; Annamaria, Vincenzo, Luciano e Domenico dovrnano rendere omaggio al frigorifero di chef Barbieri. E il frigo killer va a Fabio, Antonio, Francesca e Marisa.

In questa prova Antonio riesce a stupire la giuria di MasterChef Italia con una specialità che richiama l'estetica anni '70. Maria Teresa è ancora una volta la migliore mentre Luciano, Domenico e Andrea devono giocarsi la permanza al cooking show. L'eliminato è Domenico.

E' il momento della prova in esterna. A fare da sfondo alla prova è Vico Equense, sulla costiera sorrentina, le due brigate saranno titolari di due stand separati, i blu cureranno la frittura mista, i rossi le preparazioni stufate. Stessi ingredienti per entrmabe le brigate: pesce, verdure e latticini. Antonio finisce nella brigata dei rossi capitanata da Annamaria.

Chef Gennaro Esposito, patron del Ristorante Torre del Saracino con due stelle Michelin, è l'ospite della prova in esterna. A lui gli assaggi. La prova alla brigata dei rossi per cui Antonio è salvo.

Maria Teresa, Giada, Gianna, Nicolò, Marisa, Vincenzo, Francesca e Andrea si affrontano all'ultima sfida. Il tema del Pressure Test sono le tapas gourmet. 

Nicolò e Vincenzo centrano l'idea della prova e guadaganno la balconata, come anche Francesca, premiata per le sue tapas "piccole ma saporite". Giada si salva per avere usato una tecnica di cottura molto originale, una marinatura con l'acqua delle vongole. La spuntano anche Maria Teresa e Giada. Marisa e Andrea sono i peggiori del Pressure Test: Marisa è salva, Andrea deve togliersi il grembiule di MasterChef Italia. L'appuntamento è ora per giovedì 23 gennaio, alle ore 21.15, su Sky Uno.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Masterchef Italia, Lorenzon ritrova lo smalto dell'inizio e ri-conquista i giudici

VicenzaToday è in caricamento