Giovedì, 13 Maggio 2021
Attualità

Mascherine e tamponi per gli operatori delle case di riposo, indagine estesa agli ospiti

12mila sono i pezzi in distribuzione da sabato nella Ulss 7 e 10mila nella Ulss 8. Domenica al via anche i test dedicati a tutti i dipendenti e anziani presenti nelle strutture

I reparti Covid negli ospedali di Bassano del Grappa, Santorso e Asiago, la riorganizzazione dell’ospedale di Santorso, le dimissioni protette dei pazienti dimissibili, ma non solo: tra i tanti fronti da presidiare per la gestione dell’emergenza sanitaria in corso vi sono anche le strutture territoriali, in particolare le residenze per anziani e non autosufficienti, alle quali saranno destinati una parte dei dispositivi di protezione individuali arrivati negli ultimi giorni.

Così, in tutto il territorio dell’ULSS 7 Pedemontana è iniziata già sabato la distribuzione di 12.000 mascherine chirurgiche destinate agli operatori delle case di riposo, ricevute grazie agli approvvigionamenti di Azienda Zero e ad alcune donazioni. Le mascherine, distribuite equamente in circa 6.000 unità per ciascuno dei due distretti, consentiranno di soddisfare il fabbisogno dei prossimi giorni. Ulteriori distribuzioni potranno essere programmate secondo le necessità, compatibilmente con le disponibilità a magazzino.

Parallelamente, già nella giornata di domani - domenica - inizierà una campagna di tamponi a tutti gli ospiti e gli operatori delle case di riposo, che sarà portata a termine nell’arco di una decina di giorni. 

«Sapevamo fin dall’inizio che le Case di Riposo erano punti particolarmente delicati - commenta il Commissario dell’ULSS 7 Pedemontana dott. Bortolo Simoni -, soprattutto perché i loro ospiti per età e presenza frequente di altre patologie rappresentano soggetti a rischio. Purtroppo, nonostante la chiusura tempestiva delle strutture ai visitatori esterni, anche nel nostro territorio si sono verificati alcuni episodi di contagio. Con questa azione andiamo da una parte a mettere in sicurezza gli operatori, dall’altra a individuare precocemente i pazienti positivi, al fine di isolarli così che il contagio non possa ulteriormente diffondersi all’interno delle strutture e allo stesso tempo prestare assistenza sanitaria ai soggetti positivi prima che i sintomi si aggravino».

L'Ulss 8 Berica ha altresì destinato 10mila mascherine chirurgiche agli operatori delle case di riposo di tutto il territorio di propria competenza. Poco meno della metà, 4.700, sono già state consegnate e le rimanenti lo saranno nei prossimi giorni.

Parallelamente, continua l’effettuazione dei tamponi nelle strutture residenziali per anziani e non autosufficienti, per le quali l’Ulss 8 Berica può contare sulle due “ambulanze covid” attivate già nei giorni scorsi per effettuare i tamponi a domicilio. 

Ad oggi i mezzi del Servizio di Igiene e Sanità Pubblica hanno già svolto 9 “missioni” in altrettante strutture per specifici casi, ma l’obiettivo è quello di ampliare ulteriormente tale attività, arrivando a effettuare il tampone su tutti gli ospiti e a tutti gli operatori delle case di riposo, compatibilmente con i kit per tamponi disponibili.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mascherine e tamponi per gli operatori delle case di riposo, indagine estesa agli ospiti

VicenzaToday è in caricamento