Covid-19, mascherine made in Veneto in distribuzione anche nei supermercati

Ne viene consegnata una per ogni cittadino che vi si reca per la spesa. Prosegue anche la consegna nelle farmacie e la distribuzione porta a porta per le persone con fragilità 

E' cominciata sabato mattina la distribuzione in alcuni supermercati cittadini delle mascherine gratuite fornite dalla Regione Veneto.

I volontari della protezione civile comunale stanno distribuendo un primo lotto di 11 mila mascherine in altrettanti supermercati che via via, nel corso della settimana prossima, aumenteranno di numero man mano che dalla Regione arriveranno altri dispositivi.

La modalità di distribuzione è la stessa attivata venerdì nelle farmacie: viene consegnata una mascherina a testa per la persona che si reca nel punto vendita, in questo caso per fare la spesa.

I supermercati dove una ventina di volontari della protezione civile comunale si stanno turnando per la distribuzione delle mascherine sono Interspar del Mercato Nuovo, Pam di viale Trento, Eurospar di viale Roma, A&O di via dei Laghi, Prix di viale Anconetta, Emisfero del Centro Palladio di strada Padana Superiore verso Padova, Prix della Riviera Berica, A&O di via Baracca, Prix di via della Scola, Prix di via del Carso e Prix di viale San Lazzaro. Negli ultimi tre supermercati la distribuzione viene effettuata da un gruppo di volontari di Pantere Servizi.

Questi punti vendita sono distribuiti in tutte le circoscrizioni. Nei prossimi giorni saranno resi noti i supermercati che via via si aggiungeranno a questo elenco.

Come quelle in distribuzione nelle farmacie e quelle consegnate porta a porta agli over 75 e alle persone con fragilità, le mascherine dei supermercati sono protezioni non chirurgiche e non DPI (dispositivi di protezione individuale) che non assicurano una difesa totale, pertanto resta valido l'obbligo di restare a casa, salvo che per spostamenti autocertificati per comprovate necessità e urgenze.

Realizzate in “tessuto non tessuto”, le mascherine sono strettamente personali, sono monouso e non sono lavabili. Non è in alcun modo consentito un utilizzo promiscuo, neanche tra i componenti dello stesso nucleo familiare. Mirano ad assicurare maggiore protezione in caso di uscita dalla propria abitazione, fermo restano l’obbligo di rispettare la distanza minima di un metro tra le persone.

Complessivamente sono circa 50mila le mascherine complessivamente in arrivo dalle Regione del Veneto per il Comune di Vicenza per la distribuzione ai cittadini attraverso farmacie e supermercati. A queste si aggiungono le 30mila mascherine in corso di distribuzione porta a porta alle famiglie di over 75 (due mascherine a nucleo) e alle persone con fragilità, a cura dei volontari scout coordinati dall'assessorato ai servizi sociali.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fuga dopo la rapina, l'auto si schianta: muore una donna

  • Uomini e donne, un vicentino alla corte di Gemma: tra baci "umidi" e "massaggi"

  • Stanno cambiando le frequenze televisive: scopri se la tua TV è da rottamare

  • Schianto nella notte, l'auto si cappotta più volte: muore un 21enne

  • Alto Vicentino nella morsa del maltempo: grandine e raffiche di vento

  • Amministrative 2020, Malo sceglie Marsetti: è lui il nuovo sindaco

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VicenzaToday è in caricamento