Giovedì, 23 Settembre 2021
Attualità

No Green pass, presidio in stazione: scarsa partecipazione nel capoluogo berico

Lo scalo ferroviario berico fa da cornice ad un coro di attivisti contrari alla certificazione verde Covid-19

La mobilitazione in stazione (foto: Marco Milioni)

Alle 14 di mercoledì 1° settembre, alla stazione di Vicenza la situazione si presenta tranquilla, qualche sparuto attivista della galassia «No Vax» passa davanti all'ingresso della stazione Fs di Vicenza: per l'occasione presidiata dagli uomini delle forze dell'ordine a partire dalla Polizia, dai vigili urbani e dai carabinieri. Il varco, accessibile ai viaggiatori, è presidiato anche dagli incaricati delle Ferrovie dello Stato.

Nonostante le importanti manifestazioni «No Green pass» organizzate in diversi centri italiani, a Vicenza, almeno poco dopo le 15, non si vedono manifestanti: l'unica eccezione quella di alcuni sparuti attivisti, meno di cinque, che attorno alle 14.30 hanno fatto un fugace atto di presenza, un po' in disparte rispetto all'ingresso della stazione di Vicenza.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

No Green pass, presidio in stazione: scarsa partecipazione nel capoluogo berico

VicenzaToday è in caricamento