Le Mamme No Pfas tornano a manifestare in piazza: "L'area Miteni deve essere bonificata"

I diversi gruppi del movimento hanno organizzato per domenica 20 ottobre una importante mobilitazione a Venezia per chiedere alla Regione di intervenire urgentemente

(foto di archivio)

"E' assolutamente urgente che i responsabili dell'inquinamento, e in loro in mancanza, gli Enti pubblici competenti e in primo luogo la Regione procedano all'immediata messa in sicurezza e bonifica al fine di salvaguardare le falde e tutto cio che da esse dipende:  gli acquedotti, l’agricoltura e gli allevamenti", E' questo l'ennesimo appello dei vari gruppi Mamme No Pfas, presenti sul territorio che si sono dati appuntamento per domenica 20 ottobre, a Venezia.

"La manifestazione si svolge a Venezia, sede del governo regionale, perché i cittadini che hanno dato vita al movimento No Pfas ritengono che la bonifica, dopo il fallimento dell’azienda, debba essere presa in carico dalle amministrazioni competenti senza ulteriori ritardi - spiegano in una nota - Ricordiamo che i Pfas sono sostanze persistenti le quali, attraverso l’acqua e l’aria, hanno contaminato l’ambiente,  gli esseri viventi e centinaia di migliaia di cittadini di una vastissima area del Veneto. Attuare la bonifica è uno dei passi necessari e non più procrastinabili per garantire un ambiente migliore e maggiore salute per il futuro dei nostri figli"

Il ritrovo è previsto alle ore 10 nel piazzale antistante la stazione ferroviaria di Santa Lucia; da lì partirà il corteo che si recherà a Campo della Salute. Mentre i giovani e le famiglie saranno coinvolti in un’avvincente caccia al tesoro “alla bonifica” tra le calli di Venezia: alle ore 13 circa si recheranno presso Palazzo Ferro Fini, per lanciare degli aerei di carta con i loro personali messaggi. Verso le ore 14 raggiungeranno il resto del corteo a Campo della salute, dove avverrà la premiazione della Caccia alla Bonifica. 

Alla manifestazione parteciperanno anche alcune esponenti della rete di Mamme da Nord a Sud, una rete di madri che si sono mobilitate in varie zone d’Italia a difesa dei loro territori e della salute, in particolare sarà con noi Daniela Spera di Taranto.

Il giorno 26 Ottobre, in occasione della seconda edizione delle Giornate contro i Crimini Ambientali - previste per il 26/27 ottobre in centro a Vicenza - si svolgerà invece una protesta congiunta e globale contro tutti gli inquinatori da PFAS: l’appuntamento è alle ore 18 davanti alla Miteni di Trissino e all'Auditorium dei Carmini a Vicenza. Ci saranno collegamenti con i gruppi NO PFAS del North Carolina, Messico, Olanda che parteciperanno all’iniziativa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' in arrivo la Luna del Castoro: ecco quando brilla in cielo

  • Qualità della vita, Vicenza agguanta il podio: terza città a livello nazionale, prima del Veneto

  • Natale e Capodanno: trovato il modo per festeggiare

  • Coronavirus, altre 9 vittime a Vicenza: anche un uomo di 58 anni

  • Piogge e qualche fiocco di neve: welcome december

  • Covid e Valle del Chiampo: «Non chiamatela zona rossa»

Torna su
VicenzaToday è in caricamento