menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Maltempo nel Vicentino, frane, alberi caduti e interruzioni di energia elettrica: Bacchiglione sotto osservazione

Pioggia e neve stanno sferzando il territorio della provincia. Il primo bilancio dell'assessore Bottacin e gli interventi dei vigili del fuoco. Una pianta caduta in centro a Asiago distrugge il muretto di un'abitazione

Il maltempo sta imperversando da venerdì su tutto il Veneto, con neve e pioggia abbondanti ma nel Vicentino, secondo le informazioni che arrivano dal comando provinciale dei vigili del fuoco la situazione è ancora sotto controllo. Sorvegliato speciale in città rimane il Bacchiglione che ha registrato nelle ultime ore una prima ondata di piena al di sotto dei livelli di guardia. Una seconda ondata è prevista nella serata di domenica. L'assessore regionale Bottacin in mattinata ha comunicato che ci sono state 2400 interruzioni di corrente elettrica nel Vicentino, tutte in via di risoluzione da parte dei tecnici dell'Enel che hanno trovato alcune difficoltà solo in strade secondarie di Tonezza del Cimone e Treché Conca a causa delle nevicate che rendono difficile raggiungere i punti dove intervenire. 

Gli interventi segnalati dai vigili del fuoco nel corso della notte e della mattinata di sabato sono riferiti a una piccola frana a Breganze, in via Bragetti, dove il ciglio stradale è crollato nella roggia sottostante e alcune azione di prosciugamento per allagamenti a Cogollo del Cengio, Schio e Arcugnano. L'intervento più importante ad Asiago,dove un albero è caduto in centro ad Asiago, in via Euclide Turba,  facendo crollare il muro di recinzione di un cortile.

WhatsApp Image 2020-12-04 at 18.58.38-2

Per quanto riguarda il Bacchiglione, come sottolinea Marco Rabito- presiente di Meteo in Veneto - una temporanea attenuazione dei fenomeni in atto sui settori più a monte sull'asta del fiume Bacchiglione e un altrettanto temporaneo abbassamento della quota neve, hanno permesso il transito di una prima onda di piena a Ponte degli Angeli a Vicenza: «Il livello massimo raggiunto da questa prima onda è stato di 3,38 metri. Si consideri che il livello di guardia è stabilito a 4,50 metri e che i grossi problemi in città si verificano dai 6 metri. È quindi logico attendersi la costituzione di una nuova onda di piena verosimilmente più corposa di questa, verso la serata/nottata su domenica. Non vi è, al momento, necessità di preoccuparsi oltre misura, siamo ben informati da alcuni giorni sull'intensità dei fenomeni attesi e sulle loro possibili ripercussioni sul territorio. La situazione è costantemente e attentamente monitorata da tutti gli organismi ed enti preposti».

129670240_10224800112737327_14003065559412453_n-2

Nel corso delle prossime ore le previsioni meteorologiche suggeriscono una continuazione delle piogge e delle nevicate con ulteriore nuova intensificazione e maggiore abbondanza unitamente a un nuovo rialzo della quota neve che potrebbe aggirarsi in serata sui 2000 metri sulle nostre prealpi esposte.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Sicurezza

Comincia l'invasione delle formiche: i rimedi naturali

social

Ci sarà una super luna rosa ad aprile

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VicenzaToday è in caricamento