Giovedì, 28 Ottobre 2021
Attualità Malo

Polveri in Vallugana, «in sei all'ospedale»: malori tra i residenti vicini al cantiere Spv

Alcuni abitanti del comprensorio maladense hanno chiesto «ai sanitari del nosocomio di Santorso di refertare la loro condizione»: a breve un esposto in procura

Una mezza dozzina di residenti del comprensorio del comune di Malo tra ieri 14 ottobre ed oggi avrebbe richiesto l'intervento dei sanitari dell'ospedale di Santorso a causa di malori e fastidi provocati da una produzione abnorme di polveri sottili. Polveri che si sarebbero sprigionate dal vicino cantiere della Spv, nota come Superstrada pedemontana veneta, in zona San Tomio-Vallugana. L'episodio si sarebbe verificato durante la tarda serata di domenica 13 ottobre, ma si sarebbe ripetuto pure ieri.

«Sono stato io stesso a suggerire caldamente a quelle persone di ricorrere all'intervento dei sanitari del nosocomio vicino affinché la condizione di ciascuno fosse adeguatamente refertata» fa sapere Giorgio Destro, avvocato del foro padovano che assiste il comitato di residenti che da mesi contesta quel cantiere. «La situazione - precisa Destro - sta diventando insostenibile ed è per questo che alle brevissime invieremo alla procura di Vicenza un dettagliato esposto».

I residenti sono arrabbiati. In ospedale, dove non tutti coloro che hanno accusato sintomi da inalazione di polveri si sarebbero recati, a sei persone sarebbero stati riscontrati «alcuni valori ematici sballati e diverse difficoltà respiratorie tanto da dover ricorrere ad aerosol e cortisonici per il trattamento di specie». Alcuni tra gli stessi residenti avrebbero già visionato i dati di un paio di centraline installate autonomamente tanto da parlare di valori di particolato in aria «cinque o dieci volte superiori alle soglie». Si parla anche di una vera e propria «nebbia di polvere densa e minacciosa» a fronte di lavori che «nonostante le promesse della giunta comunale» si protraevano «fino alle undici della sera», si lamentano ancora gli abitanti. I quali si dicono spaventati «dal momento che lorsignori ben si guardano dal comunicarci che cosa diavolo ci stanno obbligando a respirare, visto che l'aria è piena di polvere». Le proteste si inseriscono nel quadro più generale delle contestazioni all'opera che nei dintorni di Malo da tempo è oggetto di critiche a non finire. Critiche che più volte peraltro sono sfociate in segnalazioni alle autorità competenti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Polveri in Vallugana, «in sei all'ospedale»: malori tra i residenti vicini al cantiere Spv

VicenzaToday è in caricamento