Lutto nel mondo dell'informazione, addio a Bicio: «Ciao guerriero»

Se n’è andato a soli 52 anni Fabrizio Mingotto, storico tecnico e operatore di Reteveneta, stroncato dal male dopo una lunga battaglia. Il ricordo dei colleghi: «Hai amato la vita fino all'ultimo istante»

Lutto nel mondo dell’informazione. Dopo una lunga battaglia contro il male che l’aveva colpito qualche anno fa, se n’è andato Fabrizio Mingotto, storico operatore e tecnico di Reteveneta, l’emittente per la quale lavorava da una ventina d’anni nella sede di Bassano. Fabrizio, per amici e colleghi Bicio, è morto a soli 52 anni.

Profondo cordoglio in tutta la redazione di Reteveneta. I colleghi si uniscono al dolore della famiglia di Fabrizio, la moglie Emanuela, il figlio Enrico, la mamma assunta, il papà Gianfranco e la sorella Giusy.

Grande appassionato di jazz amante della corsa e della montagna e protagonista della montagna Bicio viene ricordato da chi lo ha conosciuto come una persona piena di energia e di umiltà, che metteva passione in ogni cosa che faceva. «Hai lottato sino all’ultimo istante. Hai amato la vita sino all’ultimo istante. Il sole ti accoglie, caro Fabrizio, mentre raggiungi di corsa la vetta più alta, accompagnato dalla tua musica. Ciao, guerriero». Con queste parole la redazione di Medianordest-Reteveneta, ha salutato Bicio. 

La redazione di Vicenzatoday si unisce  al dolore dei familiari e dei colleghi per la scomparsa di Fabrizio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pestano a sangue due guardie zoofile: «È stata una spedizione punitiva»

  • Franco Picco alla Dakar 2021: è leggenda

  • Franco Picco alla Dakar: la zampata finale del leone

  • Riapre il bar per protesta, multa al titolare e a 17 clienti

  • Buoni fruttiferi riscossi parzialmente, un timbro errato le costa 79mila euro

  • Coronavirus, 8 decessi nel Vicentino: muore una 58enne

Torna su
VicenzaToday è in caricamento