Kebab in centro storico, il sindaco ferma il divieto

Rucco interviene sul regolamento del commercio in centro storico: «La campagna elettorale è finita. Come già detto il provvedimento è sospeso e va rivisto»

Affondato il provvedimento dell'assessore al commercio della città di Vicenza Silvio Giovine. L'ideatore della campagna ribattezzata "anti kebab", era candidato con la sua "mentore" Elena Donazzan nelle liste di Fratelli d'Italia alle Regionali. Lei, come ampiamente previsto, ce l'ha fatta. Lui invece è rimasto a casa,ovvero in Giunta a Vicenza.

Ma  la sua proposta - inserita nelle nuove norme sull'insediamento delle attività commerciali, artigianali e dei pubblici esercizi secondo le quali non sarebbe stato più possibile - tra le altre cose - aprire negozi per la somministrazione di "prodotti non riconducibili alla tradizione alimentare locale” perché in "contrasto con la vocazione turistica della città", è stata bocciata dallo stesso sindaco Rucco. Anzi, ufficialmente, più che bocciata democristianamente sospesa. 

«La campagna elettorale è finita. Come già detto il provvedimento è sospeso e va rivisto», ha fatto sapere Rucco con una nota, specificando: «Il regolamento del commercio in centro storico non è definitivo e desidero precisare alla città ed agli operatori che intendo rivederlo più attentamente anche alla luce delle criticità emerse nei giorni scorsi. La nostra città ha una tradizione di modernità e di attenzione a tutte le sensibilità presenti e per questo ho deciso di sospenderlo con l’obiettivo di migliorarlo e valorizzarlo. Nelle prossime settimane ci metteremo al lavoro per tutti gli approfondimenti del caso perché non intendo mancare l’obiettivo di ottenere la più ampia condivisione possibile su un provvedimento che ci deve rappresentare come comunità più che come parte politica, anche perché la campagna elettorale è finita da qualche giorno ed il nostro esecutivo può riprendere il lavoro per una città che sia lo specchio del cambiamento ed il cantiere del futuro che è già cominciato con nuove energie e ritrovata serenità».

D'altra parte, la querelle aveva fatto il giro d'Italia e, quando è uscita si era in piena campagna elettorale. A urne chiuse, si torna a Vicenza con un "parliamone" da parte del primo cittadino.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bonus casa 110%: tutte le informazioni per ristrutturare a costo zero

  • Torna l'ora solare, quando vanno spostate le lancette

  • Coronavirus, impennata di nuovi positivi a Vicenza

  • Bonus Bici e Monopattini 500 euro: tutte le informazioni

  • Esce di strada e fa un volo di 50 metri: gravissimo ciclista 

  • Coronavirus, nuova ordinanza in arrivo in Veneto: «Ma aspettiamo le misure del Governo»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VicenzaToday è in caricamento