“Io rispetto il ciclista”: cartelli stradali con la distanza di sicurezza fra auto e bicicletta

Alla presentazione della campagna di sensibilizzazione anche i campioni Francesco Moser, Tatiana Guderzo e Filippo Pozzato

In vista dei Campionati italiani di Ciclismo 2020, in programma a Marostica il prossimo 21 giugno, parte dalla città degli scacchi una campagna di sensibilizzazione incentrata sul corretto comportamento nella interazione tra mezzi a motore e biciclette: “la strada è di tutti” - “io rispetto il ciclista”.

Promossa dall’Associazione italiana Magistrati Avvocati Notai Ciclisti, la campagna vuole contribuire a porre un argine alle continue stragi che si consumano ogni anno sulle nostre strade, con proposte di legge e iniziative concrete.

Una di queste è l’installazione di una speciale cartellonistica stradale che interesserà come primo comune del Veneto proprio Marostica. Il cartello in particolare riporta il messaggio “Attenzione, strada frequentata da ciclisti”, indicando di mantenere una distanza laterale di sicurezza fra auto e ciclista di almeno 1,5 mt. 

“Siamo orgogliosi di essere i primi ad accogliere questa campagna in regione” dichiara il sindaco di Marostica Matteo Mozzo “Marostica e il suo territorio sono patria di ciclisti e la Città in questo 2020 sarà teatro di importanti eventi sportivi, dai Campionati Italiani di Ciclismo alla tappa del Giro d’Italia Under 23. È fondamentale quindi accendere un faro sulla sicurezza di chi ama questo sport ed incentivare l’utilizzo della bicicletta anche in nome di una mobilità sostenibile”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ogni anno sulle strade italiane sono 18.000 gli incidenti che coinvolgono mezzi a motore e ciclisti, con dai 250 ai 300 ciclisti morti e 17.000 ciclisti feriti. Nel 2018 in Veneto sono stati 2.451 gli incidenti che hanno coinvolto le biciclette, causando 34 morti e 2.347 feriti. Per arginare questi tragici numeri, l’Associazione Italiana Magistrati Avvocati Notai Ciclisti, rappresentata dagli avvocati Francesco Bellin e Nereo Merlo, sta proponendo al Parlamento due modifiche al codice della strada, ovvero che “durante la marcia i veicoli devono mantenere una distanza laterale dai ciclisti di 1,50 metri”e che “i ciclisti possano procedere affiancati in numero non superiore a due”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dove gustare il miglior gelato: le top gelaterie di Vicenza e provincia

  • Al Palladio aprirà un cinema: il video della nuova sala super lusso

  • Anziano pestato in periferia, l'ira di Presidio Vicenza

  • Vasto incendio alla ditta di stoccaggio rifiuti: è il secondo in pochi mesi / VD

  • Alunna positiva al Covid-19, scatta il protocollo: classe in quarantena

  • Breganze, la Polizia locale trova il nascondiglio delle mountain bike rubate

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VicenzaToday è in caricamento