rotate-mobile
Martedì, 16 Aprile 2024
Attualità Centro Storico / Viale Bartolomeo D'Alviano

Imbrattata e strappata la gigantografia per i martiri delle foibe

Azione studentesca: "Ci aspettiamo una condanna unanime da parte di tutte le forze politiche della città"

Nella notte tra giovedì e venerdì, la gigantografia 6x3 che Azione Studentesca Vicenza aveva affisso in viale D'Alviano in onore ai Martiri delle Foibe è stata prima imbrattata e poi strappata.

"Un atto disgustoso - spiega in una nota Azione Studentesca - in totale spregio alle decine di migliaia di nostri compatrioti che hanno trovato la morte nelle foibe per mano dei partigiani comunisti titini. E anche dei 350.000 esuli istriano dalmati che hanno dovuto abbandonare la loro terra".

"Che nella nostra città e nella nostra provincia - continua - ci fossero dei nostalgici dei crimini del comunismo titino è cosa risaputa. Dopo i tentativi di conferenze negazioniste, fortunatamente impedite lo scorso anno, ecco che gli odiatori seriali degli italiani tornano ad alzare la testa. Ci aspettiamo una condanna unanime da parte di tutte le forze politiche della città. Nel mentre siamo già all'opera per ripristinare il manifesto, perchè chi è morto in nome dell'Italia merita ogni sforzo."

Comitato 10 febbraio

"Lo sappiamo - dichiara Leonardo Stella, referente provinciale del Comitato 10 Febbraio - che anche nella nostra provincia si annidano, sempre più minoritari ogni anno che passa, i nostalgici del comunismo titino e dei suoi crimini genocidiari. Dalle conferenze negazioniste, che fortunatamente in città lo scorso abbiamo impedito, fino ai bambineschi atteggiamenti dei centri sociali, il bestiario dei nipotini del maresciallo Tito è vario. Ma non numeroso"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Imbrattata e strappata la gigantografia per i martiri delle foibe

VicenzaToday è in caricamento