Attualità Sovizzo

Una rosa bianca per Alessandra: "Stop alla violenza"

Il Comune di Sovizzo si unisce per ricordare il femminicidio di Valdimolino e condannare la violenza di genere

Le comunità di Sovizzo e Montecchio Maggiore si stringono attorno alle famiglie Zorzin e Ghiotto e in particolare a Marco, marito di Alessandra, e alla loro piccola figlia di 2 anni. La giovane donna di  21 anni uccisa mercoledì in Valdimolino. “Si tratta della terza vittima di femminicidio in Veneto nel giro di pochissimi giorni - ricorda Paolo  Garbin, Sindaco di Sovizzo - Non ci sono parole che possano descrivere questo gravissimo  accaduto”.  

Il primo cittadino di Vicenza, Francesco Rucco, ha invitato i colleghi sindaci ad abbassare le bandiere  a mezz’asta per ribadire la propria ferma condanna contro ogni forma di violenza. Anche Sovizzo, nel proprio Municipio, ha regalato questo semplice ma significativo gesto ad Alessandra e a tutte le vittime di femminicidio.

In aggiunta, una rosa bianca è stata deposta da Paolo Garbin, sindaco del Comune di Sovizzo, nella panchina rossa della piazza, simbolo della continua lotta contro la violenza di genere. Nel giorno del funerale di Alessandra, inoltre, sarà proclamato il lutto cittadino. 

Denise Pastorello, assessore alla Famiglia ed alle Pari Opportunità, ha voluto lanciare un appello:  “Dobbiamo promuovere costantemente la cultura del rispetto e ricordare a tutte e a tutti che è sempre  possibile rivolgersi al Numero Antiviolenza e Stalking 1522, per avere un supporto e un aiuto  concreto in situazioni di pericolo o minaccia”. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una rosa bianca per Alessandra: "Stop alla violenza"

VicenzaToday è in caricamento