Emergenza Coronavirus, nuova stretta del Governo: previste multe fino a 3mila euro

Nuovo intervento del premier Giuseppe Conte nel tardo pomeriggio di martedì a seguito del Consiglio dei ministri, ecco le novità

"Abbiamo deliberato l'adozione di un decreto legge che riordina la disciplina dei provvedimenti che stiamo adottando in questa fase emergenziale", apre così la sua video conferenza il premier Conte annunciando alcuni passaggi chiave della nuova stretta del Governo in merito all'emergenza Coronavirus.

Come si legge nel nuovo decreto approvato dal Governo saranno inasprite le multe per i 'furbetti' che aggirano le regole: sono previste sanzioni da 400 a 3mila euro in sostituzione dell'ammenda di 206 euro prevista finora per i trasgressori del divieto agli spostamenti; non è previsto il fermo amministrativo dei veicoli nel caso di violazione delle regole; i presidenti delle Regioni potranno adottare misure più restrittive; già da lunedì è stato deliberato il via libera all'uso di droni per i controlli delle forze dell'ordine.

Rispetto ad una annunciato prolungamento delle misure restrittive sino al 31 luglio, il capo del Governo ha spiegato: "Confidiamo di toglierle molto prima". Quella del 31 luglio è la data già prevista dalla decretazione dello stato di emergenza come da dpcm dello scorso 31 gennaio.

In merito ai tempi per la fine delle misure di restrittive resta quindi attualmente il 3 aprile l'orizzonte degli eventi per l'Italia (benché sia probabile una revoca).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Natale e Capodanno: trovato il modo per festeggiare

  • E' in arrivo la Luna del Castoro: ecco quando brilla in cielo

  • Qualità della vita, Vicenza agguanta il podio: terza città a livello nazionale, prima del Veneto

  • L'Emisfero apre i battenti alle Cattane, Cestaro: «Il nostro primo pensiero è stato ai dipendenti»

  • Piogge e qualche fiocco di neve: welcome december

  • Coronavirus: cos'è il saturimetro e perchè potrebbe salvarti la vita

Torna su
VicenzaToday è in caricamento