Attualità

Runner morto in Valle Santa Felicita, il dono di famigliari ed amici al Soccorso alpino

La sorella ha consegnato ai soccorritori un estricatore, acquistato grazie a parte delle generose donazioni raccolte dalla famiglia e date al Soccorso alpino della Pedemontana del Grappa

A un anno dalla prematura scomparsa di Fabrizio Bevilacqua, il runner trentasettenne precipitato per una caduta dal Sentiero del Cavallo, che si snoda lungo il crinale sopra la Valle di Santa Felicita, domenica si è svolta una commossa cerimonia per ricordarlo, vicino al Saccello all'imbocco della vallata.

Il 30 maggio del 2020, quando Fabrizio non rientrò dalla corsa, il Soccorso alpino della Pedemontana del Grappa iniziò a cercarlo, fino al triste epilogo. Domenica, durante la prima commemorazione, la sorella Annalisa ha consegnato ai soccorritori un estricatore, acquistato grazie a parte delle generose donazioni raccolte dalla famiglia e date al Soccorso alpino della Pedemontana del Grappa.

Il presidio sanitario è stato simbolicamente dedicato a Fabrizio: "Ringraziamo ancora di cuore i familiari e gli amici di Fabrizio", concludono gli operatori del Soccorso alpino.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Runner morto in Valle Santa Felicita, il dono di famigliari ed amici al Soccorso alpino

VicenzaToday è in caricamento